Motore entrofuoribordo o fuoribordo: quali sono le differenze?

Motore entrofuoribordo o fuoribordo?

La motorizzazione di una barca ne rappresenta il cuore pulsante e tutti conosciamo i motori entrobordo e fuoribordo, ma c’è una terza opzione: il motore entrofuoribordo . Se sei alla ricerca di un nuovo motore marino per la tua barca o stai valutando l’acquisto di una barca, ma sei indeciso sulla sua motorizzazione, per fare una scelta consapevole e ragionata è necessario prendere in considerazione tutte le possibilità.

In questo articolo scopriremo come funziona il motore entrofuoribordo e quali sono le differenze con il motore fuoribordo. La prima e più evidente differenza consiste nella sua collocazione: il motore fuoribordo è un elemento separato dal resto dell’imbarcazione e viene montato sullo specchio di poppa; il motore entrofuoribordo invece ha il blocco motore nella sala macchine all’interno dell’imbarcazione la cui potenza viene trasmessa, tramite giunto cardanico, alle eliche poste fuoribordo.

Cosa vuol dire “motore entrofuoribordo” e quali differenze con motore entrobordo

Il motore entrofuoribordo (EFB) deve il suo nome alla principale caratteristica di avere alcune componenti del motore all’interno ed altre all’esterno della barca. L’EFB ha, infatti, il blocco motore posizionato all’interno dello scafo, mentre l’elica e il piede poppiero fuori bordo. Si tratta di un motore marino a scoppio alimentato a diesel o a benzina, adatto a motoscafi o barche medio-piccole, al massimo di 15 metri.

Grazie alla sua configurazione verticale, il propulsore trasmette direttamente la potenza all’elica e a differenza del motore entrobordo, il piede e il motore sono collegati da un giunto cardanico. Questa caratteristica consente di intervenire sull’inclinazione del piede, regolando il trim in funzione dell’andatura, per ottimizzare i consumi e per navigare in acque basse.

Dal punto di vista delle prestazioni possiamo affermare che, rispetto al motore entrobordo con pari potenza, l’EFB è più veloce e garantisce accelerazioni più rapide. In termini di ingombro ed equilibrio, garantisce inoltre più spazio in pozzetto rispetto all’entrobordo, avendo il piede all’esterno, e un miglior bilanciamento del peso essendo posto a centro barca, permettendo di conseguenza una navigazione più stabile e confortevole.

Se però i tuoi dubbi nascono nella scelta tra entrofuoribordo e fuoribordo, vediamo insieme di paragonarli e di scoprire i rispettivi pro e contro per poter fare una scelta consapevole per il motore della tua barca.

Le differenze tra motore fuoribordo e entrofuoribordo

Ogni tipo di propulsore presenta delle caratteristiche specifiche che lo rendono più o meno idoneo al tipo di barca che desideriamo, al tipo di navigazione che amiamo condurre e alle acque che intendiamo solcare. Detto questo, nel momento in cui ci troviamo a scegliere il motore che fa per noi, dovremo valutare una serie di fattori per giungere ad una decisione consapevole e soddisfacente.

Il mercato nautico mondiale ha una spiccata propensione per il motore fuoribordo: ne esistono moltissimi modelli in commercio e rappresenta il tipo propulsore più richiesto. Questo però non significa che sia sempre la scelta più adeguata alle esigenze del nostro stile di navigazione: vediamo insieme il perché.

Il motore fuoribordo

Il fuoribordo è un motore marino che viene posto esternamente alla barca, solitamente nello specchio di poppa (anche se ci sono modelli progettati per la pesca che invece si montano a prua) ed è adatto a imbarcazioni di medie o piccole dimensioni, dai 2 metri ai 12 circa. Può essere alimentato a gasolio, a benzina, o elettrico, tendenza degli ultimi anni che sta riscontrando molto successo. Il classico fuoribordo a scoppio può essere a 2 tempi o a 4 tempi e avere una potenza che spazia dai 2 cavalli fino ai potenti 600 cavalli.

Entrofuoribordo vs fuoribordo: le differenze

Il motore EFB e il fuoribordo presentano diversi pro e contro, qualche caratteristica in comune e molte differenze: scopriamo insieme tutti i dettagli. In generale possiamo affermare che i motori entrofuoribordo sono preferiti per barche di grandi dimensioni, come cabinati, cruiser e trawler, dove lo spazio a bordo e la silenziosità sono fattori importanti.

I motori fuoribordo, invece, sono indicati per barche più piccole e sportive, come gommoni, rib e open, dove la velocità, la manovrabilità e il minor costo sono aspetti prioritari. Ma se permane il dubbio, è necessaria un’analisi accurata delle qualità che caratterizzano questi due propulsori marini per metterli a confronto e scegliere bene.

Rumorosità: l’EFB è chiaramente più silenzioso del contendente, avendo il motore all’interno dello scafo, garantisce una navigazione più piacevole.

Bilanciamento: la posizione centrale del motore contribuisce ad una migliore distribuzione del peso e ad una migliore stabilità.

Peso: i motori fuoribordo sono più leggeri rispetto all’EFB e più maneggevoli. Grazie a questa caratteristica possono essere facilmente spostati e trasportati.

Consumi: in linea di massima, avendo cilindrate più basse, i fuoribordo sembrano promettere un risparmio sul consumo di carburante. Va però tenuto conto che ai medi regimi e a velocità di crociera, un entrofuoribordo consuma meno di un fuoribordo, grazie al suo migliore assetto.

Prestazioni: per accelerazione e velocità di punta, i fuoribordo vincono il confronto. Ma va considerato il tipo di navigazione che si predilige. Infatti, se ami fare uscite giornaliere a breve raggio ad una comoda velocità di crociera, non è detto che l’entrofuoribordo non sia preferibile al fuoribordo, soprattutto, come abbiamo visto, sotto l’aspetto dei consumi.

Manutenzione: il fuoribordo richiede una manutenzione più semplice e meno costosa dell’EFB. Avendo tutte le componenti esposte è più facilmente accessibile e di conseguenza intervenire per le riparazioni risulta più comodo. L’EFB invece avendo il motore sotto coperta rende l’ispezione più difficile e una manutenzione più costosa in quanto richiede più competenza nell’individuazione di un guasto.

Protezione del motore: i fuoribordo risultano maggiormente soggetti ai danni estetici vista la loro collocazione completamente esposta. L’EFB è invece più riparato essendo installato nel vano sottobordo.

Spazio e ingombro: l’EFB non ha ingombri sullo specchio poppiero, lasciando spazio per la spiaggetta, ad esempio, e per godere della zona d’acqua nei pressi della poppa, senza il rischio di colpire le eliche o il motore stesso. D’altro canto, essendo l’EFB posizionato all’interno di un vano, toglierà posto per lo stivaggio degli oggetti di bordo.

Rischio furto: date le rispettive conformazioni, va da sé che il fuoribordo è più facile da rubare.

CaratteristicaEntrofuoribordoFuoribordo
RumorositàPiù silenziosoPiù rumoroso
BilanciamentoMigliore comfort in navigazioneComfort inferiore
PesoMaggioreInferiore
ConsumiRidotti in velocità da crocieraRidotti se fb di bassa cilindrata
PrestazioniMigliori prestazioni in crocieraMigliore accelerazione e velocità di punta
ManutenzionePiù costosa e difficilePiù economica e facile
Protezione del motoreMeno esposto agli agenti atmosfericiPiù esposto agli agenti atmosferici
Rischio di furtoDifficile da rubarePiù facile da rubare
Specchio di poppaLibero da ingombriOccupato dal motore

Motore entrofuoribordo o fuoribordo? Le nostre conclusioni

Che tu sia un navigatore esperto o un neofita alle prime armi, conoscere le diverse tipologie di motori marini è fondamentale per scegliere quello più adatto alle tue esigenze. Un motore adeguato non solo massimizzerà le prestazioni della tua barca, ma garantirà anche sicurezza, affidabilità e un’esperienza di navigazione più piacevole.

La scelta è vincolata principalmente dal tipo di navigazione che prediligi. Se ami la crociera e gli ampi spazi a poppa per pescare o prendere il sole, l’entrofuoribordo è il motore più adatto ed è vantaggioso anche dal punto di vista dei consumi. Tuttavia non esiste una scelta giusta o sbagliata: ti consigliamo di soppesare i pro e i contro e scegliere la soluzione che meglio si addice alla tua barca e all’uso che sei solito farne.

MagellanoStore

La nautica con passione!

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.