Trim di una barca: cos’è, tipologie e come regolarlo

Trim Barca

Uno dei requisiti per una navigazione efficiente e sicura a bordo della nostra barca a motore è la regolazione del trim: ma che cos’è il trim e come funziona?

Il trim è un pistone idraulico che permette di regolare l’inclinazione del motore fuoribordo o dei piedi poppieri, in caso di motorizzazione entrofuoribordo, rispetto allo specchio di poppa. Ti consente, quindi, di alzare o abbassare il motore in modo da ottimizzare l’assetto della barca, ridurre l’attrito dello scafo con l’acqua e risparmiare carburante, in base alle diverse condizioni di navigazione.

Un’altra funzione fondamentale del trim è la possibilità di alzare il motore in presenza di basso fondale per evitare di toccare il fondo, per l’alaggio e il varo in autonomia della tua barca tramite lo scivolo e infine per facilitarne il trasporto su carrello o su camion.

In questo articolo, scopriremo che cos’è il trim, come funziona e perché è importante regolarlo correttamente. Inoltre, ti forniremo alcuni consigli utili per evitare errori comuni e per risolvere eventuali problemi.

Cos’è il trim

Abbiamo visto che il trim è un pistone idraulico che ha lo scopo di modificare l’angolo che si crea tra l’asse del motore e lo specchio di poppa: quindi allungando o accorciando il trim è possibile fare delle importanti variazioni all’assetto di navigazione. Si tratta di un sistema elettroidraulico di regolazione dell’assetto installato su tutti i motori fuoribordo a partire dai 20 cavalli di potenza e che può essere munito di un display da applicare sulla timoneria che indica la posizione del motore mentre navighi.

Il Trim si regola attraverso il comando che trovi sulla monoleva del tuo fuoribordo e prevede due azioni:

Il trim positivo: è il pulsante up con il quale alza il motore, facendo emergere l’elica dall’acqua, aumentando l’angolo tra il gambo del motore e lo specchio di poppa.

Il trim negativo: è il pulsante down e produce l’effetto contrario, si abbassa il motore e diminuisce l’angolo immergendo maggiormente l’elica.

Come si regola il trim

Come usare il trim di una barca? L’uso del trim in positivo comporta che la prua si alzi riducendo in questo modo l’attrito con l’acqua. La nostra barca tenderà quindi a mantenere la planata, aumentando la velocità e diminuendo il consumo di carburante grazie alla minore resistenza con l’acqua.

Se invece si abbassa il trim avverrà l’opposto: lo scafo sarà più immerso, la velocità diminuirà, i consumi, di conseguenza, aumenteranno a causa del maggiore attrito, ma avremo più spinta per uscire dall’acqua ed entrare in planata. Quindi, useremo il trim abbassato per dare potenza alla nostra spinta, far uscire la prua dall’acqua e far planare la barca.

Una volta che saremo in planata, alzeremo il trim, cercando l’angolo corretto in base alle condizioni del mare, per ridurre l’attrito e aumentare il comfort in navigazione, aumentando la velocità e riducendo i consumi.

Leggi anche: Barche a motore: ecco come risparmiare il carburante

Come usare il trim: errori comuni e consigli utili

Abbiamo visto che il trim completamente abbassato ci consente la spinta necessaria per far uscire la prua e raggiungere la planata e che solo dopo dobbiamo alzare il trim fino ad ottenere l’assetto corretto. Ma come regolare il trim in planata? La regolazione del trim dipende da diversi fattori, tra cui la durezza dello sterzo e la scia della barca, la cavitazione dell’elica, il peso del carico e le condizioni del mare.

La durezza dello sterzo e la scia della barca

Ti sarà capitato sicuramente mentre navighi a velocità sostenuta di sentire che il tuo sterzo è duro e difficile da manovrare. Questo avviene quando c’è un errore di assetto, in particolare quando il trim è troppo negativo e l’elica, di conseguenza, troppo immersa.

Un altro indizio che il tuo assetto è sbagliato ti verrà dato osservando la scia della tua barca: quando si creano due spruzzi laterali, come due baffi rialzati, significa che il trim è troppo basso per la navigazione che stai tenendo. Per aggiustare l’assetto sarà necessario alzare il trim fino a quando non sentirai il timone più morbido e maneggevole sia a destra che a sinistra e la scia risulterà piatta, senza spruzzi laterali.

Cavitazione dell’elica

Nel caso in cui, al contrario, alziamo troppo il trim potrebbe verificarsi un fenomeno chiamato comunemente cavitazione. Questo avviene quando l’elica è troppo vicina alla superficie dell’acqua ed esce. In questo caso ti accorgerai che la barca rallenta e che il motore potrebbe andare fuori giri.

Risulterà anche molto rumoroso a causa delle zone di vapore che si formeranno nell’acqua vicino all’elica e che implodendo causeranno dei suoni molto forti. Per regolare l’assetto sarà necessario, di conseguenza, abbassare il trim cosicché l’elica torni sotto il livello dell’acqua garantendo la giusta velocità e comfort in navigazione.

Il peso del carico

Uno dei fattori da tenere presente quando si regola il trim è il peso del nostro carico. Se nella nostra barca ci sono più persone o ad esempio abbiamo appena fatto il pieno di carburante sarà necessario aumentare il trim negativo per immergere maggiormente l’elica e migliorare la planata. Un trucco comune per facilitare la planata è intervenire sulla distribuzione del carico e mettere, ad esempio, una o più persone a prua in modo da favorirne l’abbassamento subito dopo la spinta iniziale.

Le condizioni del mare

L’ultima variabile da prendere in considerazione durante la navigazione per ottimizzare il nostro assetto è lo stato del mare. Se stiamo navigando con mare mosso, è consigliabile aumentare il trim positivo per ridurre l’impatto delle onde sulla prua della barca. In questo modo si riduce la superficie dello scafo che subisce l’onda, ma al tempo stesso si espone maggiormente la prua al vento, quindi ti consigliamo di fare attenzione e di regolare il trim gradualmente per verificare il comportamento della barca e non commettere errori.

Scatole Comando Motore barcaSistemi di guida e controllo motore 

Cavi, strumentazione e comandi per il controllo motore. Monoleva e bileva con e senza gestione del trim. Scopri i migliori sistemi di guida per motori marini…

Il trim: l’importanza della regolazione dell’inclinazione del motore fuoribordo

La regolazione del trim è un’operazione semplice, ma fondamentale per navigare in modo efficiente e sicuro. Imparare a utilizzare correttamente il trim permette di migliorare le prestazioni della barca riducendo il consumo di carburante e aumentando la velocità. Ottimizzare l’assetto comporta migliore stabilità e sicurezza, evitando sbandamenti e affrontando le onde con maggiore sicurezza.

Per capire come usare al meglio il trim ti consigliamo di osservare con attenzione il comportamento della tua barca: verifica che il timone sia morbido, che la scia sia piatta e che l’elica sia abbastanza immersa in modo da evitare la cavitazione. Non c’è niente di meglio della pratica per capire qual è la giusta regolazione del trim sulla tua barca: quindi fai molte prove e soprattutto in diverse condizioni di carico e di meteo per raggiungere la perfetta conoscenza della tua barca!

MagellanoStore

La nautica con passione!

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.