Grippia e grippiale: a cosa servono e quando utilizzarli

Grippiale e Grippia

Cosa fare se si incaglia l’ancora? La grippia e il grippiale sono due alleati che ti vengono in soccorso per garantire un ancoraggio sicuro in baie dal fondale roccioso. Le profondità di alcune rade bellissime presentano fondali insidiosi e non sempre sabbiosi e buoni tenitori. Un esempio tra tutti è il magnifico ancoraggio sulla costa ovest dell’isolotto di Basiluzzo, a poche miglia da Panarea, che offre un fondale fatto di massi franati e rocce, ma che ti assicura un’esperienza di snorkeling indimenticabile.

Ma allora come possiamo ancorare sui fondali difficili senza il timore di perdere la nostra ancora e goderci luoghi che altrimenti non potremmo visitare? Salpare l’ancora è un’operazione che richiede precisione e rapidità, soprattutto quando il meteo volge al peggio e dobbiamo mettere in sicurezza la nostra barca.

Tra le tecniche utilizzate per facilitare questo processo in presenza di massi e rocce, due strumenti assumono un ruolo fondamentale: la grippia e il grippiale. Attenzione però a non cadere nell’equivoco che i due termini siano sinonimi: si tratta di due componenti distinti dove la grippia rappresenta la cima che collega l’ancora al grippiale che è a sua volta il gavitello che ne segnala la posizione.

Vediamo insieme a cosa servono e quando è opportuno utilizzarli prima di dare fondo. Scopriremo insieme cos’è la grippia e dove va legata all’ancora, le diverse funzione del grippiale e come creare una grippia volante in caso di emergenza.

Leggi anche Un ancoraggio perfetto in 9 mosse

Cos’è la grippia e dove si lega

La grippia è una cima, solitamente in nylon o poliestere, che viene legata al diamante dell’ancora e che prevede una lunghezza calcolata in base alla profondità del fondale e alla lunghezza del calumo. Il capo libero della grippia può essere legato a bordo oppure al grippiale che, come approfondiremo nel prossimo paragrafo, è un galleggiante che segnala la posizione della nostra ancora.

Ma a cosa serve la grippia? La sua funzione principale è agevolare la spedata dell’ancora quando ci troviamo in presenza di fondale roccioso, dove la nostra ancora potrebbe incastrarsi tra gli scogli ed essere difficile da recuperare.

Quindi la grippia è una seconda cima che andrà fissata sul diamante dell’ancora e filata con qualche metro in più rispetto al cavo principale, dove la sua funzione è quella di offrire un punto di tiro con un angolo differente rispetto alla catena, favorendo così il disincaglio dell’ancora.

Vediamo ora i passaggi per utilizzare nel modo corretto la grippia nella fase di ancoraggio e al momento di salpare:

1- Fissa la grippa al diamante dell’ancora

2- Fermati con la prua al vento, come per un qualsiasi ancoraggio, con l’ancora appennellata fuoribordo pronta a toccare l’acqua

3- Dai fondo filando la grippia in anticipo se dotata di grippiale, oppure filandola concordemente alla catena se si intende rinviarla a bordo.

4- Al momento di salpare anziché agire sul calumo, come si usa normalmente, si recupera la grippia che farà ruotare l’ancora dalla parte opposta, favorendone la spedata.

Si tratta quindi di un’operazione non particolarmente difficile, ma che va pianificata prima di dare fondo, preparando tutto l’occorrente precedentemente alle operazioni di ancoraggio in modo da effettuare un’azione pulita e ordinata, senza il rischio di intrecciare la grippia alla catena.

Ancoraggio: usare il grippiale per ancorare

Cos’è il grippiale e a cosa serve

Il grippiale è un galleggiante, una boa o un gavitello, generalmente realizzato in plastica o in polietilene, che va collegato all’estremità libera della grippia e che ha la funzione di segnalare il punto di ancoraggio. Al momento di salpare da una baia dal fondale roccioso, per evitare di rimanere incagliati, basterà avvicinarsi con la prua al grippiale e recuperare la grippia in modo da spedare l’ancora prima di iniziare a salpare la linea di ancoraggio. L’utilizzo del grippiale ha diversi pro, ma anche qualche contro:

– se da un lato è utile in baie affollate per mostrare dove abbiamo l’ancora ed evitare che altre imbarcazioni gettino l’ancora troppo vicino alla nostra, allo stesso tempo rischia di invadere lo spazio di giro d’acqua delle altre imbarcazioni

– se da un lato ci indica con chiarezza dove abbiamo dato fondo e facilita il recupero rapido dell’ancora, dall’altra può rappresentare un intralcio al momento di salpare in caso di maltempo, perché prevede un’azione aggiuntiva alle solite procedure

La notte e la scarsa visibilità rappresentano uno svantaggio del grippiale, ma per ovviare a questo problema è possibile munirsi di un grippiale luminoso e intelligente come il Grippy. Si tratta di grippiali molto avanzati, dotati di una moderna tecnologia che consente di localizzare l’ancora e di recuperarla, in caso di necessità, in modo estremamente semplice.

Grippy è un grippiale autoavvolgente ed è in grado di regolare in modo automatico la lunghezza della grippia, rimanendo così sempre sulla verticale dell’ancora anche in caso di vento o forte corrente. È inoltre alimentato dall’energia solare, non è necessario ricaricarlo e si attiva automaticamente quando arriva l’oscurità.

Il grippiale risulta utile anche qualora non riuscissimo a disincagliare la nostra ancora: può segnalare la propria linea di ancoraggio abbandonata sul fondo, quando in caso di maltempo improvviso è necessaria una fuga repentina e quindi per un futuro recupero. Possiamo concludere che è sempre bene avere a bordo il grippiale: grazie ai suoi diversi utilizzi è una dotazione che non può mancare nell’equipaggiamento della tua barca.

Grippy, i grippiali intelligentiGrippiale Grippy

Per localizzare e recuperare l’ancora in modo estremamente semplice scopri i vantaggi dei grippiali automatici Grippy….

Cosa fare se si incaglia l’ancora senza grippia e grippiale

Se hai ormeggiato su un fondale di massi e rocce dimenticandoti della grippia e non riesci a liberare l’ancora, hai ancora la possibilità di creare una grippia volante di emergenza e di applicarla aiutandoti con il tender. Ti basterà preparare una cima con un cappio da passare sulla tua catena o cima di ancoraggio, applicando un peso all’anello. Dirigiti con il tender un po’ oltre il punto di ancoraggio in modo che la grippia volante possa scendere in profondità per seguire il calumo e raggiungere il diamante. A questo punto, tira con forza in modo da spedare l’ancora: il diverso angolo di tiro dovrebbe consentirti di recuperarla e finalmente salpare.

Quando è opportuno utilizzare la grippia e il grippiale

Ormeggiare su un fondale roccioso è sempre un’azione difficile che comporta preoccupazioni, ma grazie all’utilizzo di grippia e grippiale potrai farlo con più sicurezza e tranquillità. In questo articolo abbiamo visto come siano davvero utili in caso di ancora incagliata grazie alla possibilità di creare un diverso angolo di tiro che permette di recuperare l’ancora ed evitare di perderla.

La grippia e il grippiale sono dunque due strumenti semplici, ma efficaci che possono migliorare la sicurezza e l’efficienza dell’ancoraggio. La loro conoscenza e il loro utilizzo consapevole sono consigliati a tutti gli amanti della nautica, che siano velisti o motoristi.

MagellanoStore

La nautica con passione!

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.