Mini Transat, parte la 2° tappa: forza Mambo!

Il 29 ottobre la flotta dei Mini 6.50 è ripartita dalle Canarie per affrontare la 2° tappa di 2.700 miglia che porterà gli 87 “ministi” ad attraversare l’Atlantico fino alla Guadalupa. In gara anche sette italiani, tra i quali il Giammarco Sardi, che naviga con i colori di MagellanoStore.

Ci siamo, la flotta dei Mini 6.50 è ripartita il 29 ottobre per la seconda tappa della Mini Transat 2021. Alle ore 16 il comitato di regata ha dato il via da Santa Crus de La Palma, isole Canarie, per la seconda tranche della transatlantica che si concluderà nel porto di Guadalupa di Saint-François. Sono 87 gli skipper solitari impegnati in questa affascinante e dura competizione divisi nelle categorie Serie e Proto. Tra loro, il nostro Giammarco Sardi a bordo di Antistene 992 che dopo avere dato prova di grande forza mentale e capacità tecnica durante la prima tappa in cui ha riparato una grave delaminazione allo scafo e chiuso in 23° posizione, ha approfittato della lunga sosta alle Canarie per riposarsi e mettere a punto la barca.

Leggi anche: Mini Transat: Giammarco Sardi più forte delle avarie

Mini Transat

Tattica e meteorologia saranno fondamentali

Per lui come tutti per gli altri navigatori ora sarà decisivo capire qual è la migliore strategia da adottare per eseguire il grande “salto atlantico”. Secondo gli ultimi modelli previsionali questa tratta dovrebbe essere più lenta rispetto all’ultima edizione del 2019. Gli Alisei sono infatti deboli con alcune zone di bonaccia, condizione che dovrebbe spingere i concorrenti a scendere più a Sud allungando di almeno due giorni il tempo di percorrenza, stimato per i più veloci tra i 14 e i 16 giorni.

Le difficoltà si presenteranno fin dalle prime miglia che diventeranno già decisive per il resto della tappa, occorrerà infatti uscire al più presto dalla zona di alta pressione che interessa l’arcipelago delle Canarie e scendere di latitudine per cercare di agganciare i primi, se pur deboli, venti da Nord Est.

Leggi anche: Giammarco Sardi, uno skipper con la voglia di Atlantico

Mini Transat

Ecco i ministi da battere per noi italiani

Secondo le classifiche della prima tappa, di 1.350 miglia, da Les Sables d’Olonne a Santa Crus de La Palma, al primo posto della categoria Serie c’è il tedesco Melwin Fink, seguito dal francese Hugo Dhallenne e dall’austriaco Christian Kargl. In classe Proto invece troviamo il francese Tanguy Bouroullec davanti all’italo-francese Fabio Muzzolini, e al connazionale Pierre Le Roy. Tra gli altri italiani in gara oltre a Giammarco sardi ci sono Alberto Riva che nella prima tappa della Mini Transat ha concluso all’11° posto, Giovanni Mengucci (20°), Luca Del Zozzo (37°), Massimo Vatteroni (42°) e Francesco Renella (61°). L’unico azzurro tra i Proto è invece Matteo Sericano che ha chiuso all’11° posto.

David Ingiosi

Appassionato di vela e sport acquatici, esperto di diporto nautico, ha una lunga esperienza come redattore, reporter e direttore di testate nazionali e internazionali dove si è occupato di tutte le classi veliche, dalle piccole derive ai trimarani oceanici, compresi tutti i watersports.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.