Mini Transat 2023: venti e strategie scompigliano la prima tappa

In difficoltà i francesi, gli italiani tra cui il “nostro” Alessandro Torresani combattono a denti stretti. Sorprese nel podio nella prima tappa della Mini Transat 2023. Ecco come è andata.

Venti leggeri, tattiche decisive e un podio che ha riservato delle belle sorprese. Sono questi gli elementi che hanno caratterizzato la prima tappa di 1.350 miglia della Mini Transat 2023 transatlantica in solitario riservata ai Mini 6.50 dalla Francia alla Guadalupa con uno scalo alle Canarie.

Dopo la partenza avvenuta lo scorso 25 settembre dal porto di Les Sables D’Olonne, in Francia, la flotta dei 90 skipper divisi nelle categorie Serie e Proto ha intrapreso una lenta discesa dell’Atlantico prima di riuscire ad agganciare i famosi venti Alisei. I venti erano da Sud Est e soffiavano tra i 4 e i 7 nodi.

Leggi anche: Mini Transat 2023: anche Alessandro Torresani tra i solitari

Meteo difficile da interpretare per i solitari

La rotta scelta dai vari concorrenti è stata quindi decisiva e ha rimescolato non poco le carte della classifica. Alcuni ministi sono stati premiati dalla corretta interpretazione dei dati meteo forniti dagli organizzatori della regata. Altri ne sono usciti penalizzati. È una questione di fortuna, naturalmente, ma anche di esperienza nell’analisi approfondita di queste preziose informazioni in queste lunghe regate oceaniche.

Il vento leggero in ogni caso ha accompagnato un po’ tutta la tappa e l’arrivo della flotta a Santa Cruz de La Palma, Canarie, ha riservato non poche sorprese agli appassionati che seguivano questo prestigioso evento in tempo reale. Per la prima volta nella storia della Mini Transat, infatti, i francesi sono costretti a inseguire. Nella categoria Prototipi la vittoria di tappa è andata allo spagnolo Carlos Manera, mentre tra i Serie è stato il navigatore belga Michael Gendebien a conquistare il primo posto della classifica provvisoria.

Segui con noi la Mini Transat 2023: Llive tracking e ultime news aggiornate

mini transat

Alessandro Torresani in grande forma per la 2° tappa

Al traguardo anche i tre skipper italiani di questa edizione 2023. Il risultato migliore lo ha portato a casa Luca Rosetti che ha chiuso questa prima tranche del percorso atlantico al 9° posto con circa 15 ore di ritardo da Gendebien. Peccato per Luca che a bordo di Race=Care è stato a lungo in testa alla classifica, ma anche per lui il percorso più a Sud non lo ha premiato. Un piazzamento tra i primi dieci comunque va bene e con 2.700 miglia ancora da percorrere i giochi sono ancora aperti per un possibile finale in top 5. Più ampio il distacco accumulato da Francesco Farci che su “Gin Tonic 520” ha chiuso in 27° posizione.

E poi c’è Alessandro Torresani con cui noi di MagellanoStore abbiamo scelto di collaborare per questa Mini Transat 2023. Alessandro ha chiuso la prima tappa al 30° posto con poco più di 30 ore di ritardo.

Un po’ di rammarico per lui, naturalmente, che ce la sta mettendo tutta, ma comunque è in ottime condizioni e spera nelle condizioni di Aliseo più stabili e uniformi per rimontare quante più posizioni possibili nella classifica generale. Nei prossimi giorni Alessandro ci racconterà tutti i dettagli di questa prima tappa in una interessante intervista. Nel frattempo gli facciamo un grande in bocca al lupo!

La seconda tappa della Mini Transat 2023 partirà da Santa Cruz de La Palma il prossimo 28 ottobre per terminare a Saint François, in Guadalupa.

David Ingiosi

Appassionato di vela e sport acquatici, esperto di diporto nautico, ha una lunga esperienza come redattore, reporter e direttore di testate nazionali e internazionali dove si è occupato di tutte le classi veliche, dalle piccole derive ai trimarani oceanici, compresi tutti i watersports.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.