Uno studio svela come il tema del mare è declinato sui Social

Il mare e la “Blue Economy” secondo un recente studio sulle piattaforme Social occupa il centro del dibattito pubblico e in chat e commenti si parla soprattutto di lavoro, turismo, ambiente e innovazione.

Lo scorso 11 aprile è stata celebrata la Giornata nazionale del Mare, istituita nel 2017 per porre l’attenzione sulla necessità di protezione per le nostre acque, gli oceani e tutte le biodiversità che li popolano. Il tema del mare del resto è sempre più attuale e popolare per i temi ambientali ma non solo. È al centro della politica, dell’economia, della politica estera, del turismo. Ma di cosa parla davvero la gente quando cita il mare?

Se l’è chiesto l’Osservatorio Nazionale sull’Economia del Mare-Ossermare, in collaborazione con SocialData, che di recente ha analizzato l’impatto e l’attenzione che ha il settore del mare sulle persone attraverso l’analisi delle conversazioni degli italiani sui social media. Tra questi sono state oggetto di analisi le piattaforme del web, come Facebook, Instagram e anche i blog on line. Ebbene, qual’è stato il risultato di questo interessante studio?

Leggi anche: Mediterraneo: Italia al centro dello sviluppo della Blue Economy

mare

Analizzate le chat e i commenti in un anno di Social

La ricerca condotta da SocialData conferma che la cosiddetta “Blue Economy” occupa uno dei primi posti sulle pagine social italiane. Le conversazioni degli utenti infatti vengono per lo più dedicate alla forza produttiva dell’economia legata al mare e che riguarda temi centrali, come il turismo costiero, le attività commerciali, il trasporto e la logistica, le destinazioni portuali, la pesca e la ricerca marittima. Negli ultimi 12 mesi (marzo 2023 e marzo 2024) le conversazioni e le interazioni degli utenti declinate su questi temi sono state rispettivamente di oltre 1, 4 milioni e 523 milioni.

Il 28,29% delle discussioni riguarda temi economici legati al mare, in particolare il turismo e le attività commerciali che costituiscono più del 50% delle conversazioni analizzate. Oltre al 18% di chat e commenti si concentra anche sulla tutela ambientale, sottolineando l’importanza crescente attribuita alla conservazione delle risorse marine.

 

Il mare è al centro del dibattito pubblico

Insomma l’economia marittima occupa il centro del dibattito pubblico e dalla ricerca emerge quanto il mare sia considerato dalle persone un vero e proprio motore di sviluppo economico, fonte di lavoro, innovazione e opportunità economiche. Fattori che richiedono l’importanza di una gestione attenta e sostenibile delle sue risorse, affinché si garantisca che queste non vengano esaurite o danneggiate irreparabilmente. Tali argomenti non solo attraggono l’attenzione del pubblico ma stimolano anche una riflessione sull’importanza di integrare sostenibilità e crescita economica.

David Ingiosi

Appassionato di vela e sport acquatici, esperto di diporto nautico, ha una lunga esperienza come redattore, reporter e direttore di testate nazionali e internazionali dove si è occupato di tutte le classi veliche, dalle piccole derive ai trimarani oceanici, compresi tutti i watersports.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.