Un Arcona 460 rompe l’asse del timone e affonda in Pacifico

Lo scorso 8 di aprile l’Arcona 460 “IdaLina” ha subito un incidente al timone che ha portato all’affondamento del cabinato. L’equipaggio è salvo e si indaga sulle cause dell’incidente.

Quando si compiono lunghe traversate oceaniche con un cabinato a vela è molto consigliato non solo verificare la perfetta funzionalità del timone della barca, ma anche imbarcarne uno di rispetto nell’evenienza che possa rompersi. Solo il pezzo di ricambio permette infatti di continuare a condurre l’imbarcazione da parte dello skipper.

Ciò che è successo lo scorso 8 aprile a bordo dell’Arcona 460 “IdaLina” tuttavia non è stata una rottura normale e prevedibile. Mentre il cabinato partecipava alla World Cruising Rally infatti l’asse del timone si è spezzato di netto creando una falla con un diametro di circa 15 centimetri da cui è cominciato a entrare un forte getto d’acqua che in poco tempo ha fatto naufragare la barca.

Leggi anche: Barca a vela va a scogli: naufragio per tre diportisti

Arcona 460

Tutto l’equipaggio è in salvo

A bordo dell’Arcona 460 al momento dell’incidente c’era l’armatrice della barca, Katarina Baath, il marito Ingmar Ravudd e un gruppo ancora imprecisato di amici e parenti. Per fortuna sono tutti salvi e l’intero equipaggio è stato tratto in salvo poche ore dopo il lancio del mayday da una nave mercantile di passaggio.

La situazione per quanto drammatica si è verificata con tempo buono e nella fase dell’abbandono della nave un membro dell’equipaggio è riuscito addirittura a documentare con foto e video sia i danni sia l’atto dell’affondamento.

Arcona 460

Una rottura anomala, ma annunciata

Sulle cause del cedimento del timone saranno ora avviate delle indagini. Quel che è certo è che l’asse lavorasse male e già nelle settimane precedenti l’armatrice aveva segnalato il problema al cantiere. A bordo si sentivano degli strani rumori provenienti dall’asse e poi una specie di fischio.

L’affondamento dell’Arcona 460 è un brutto colpo per il cantiere Arcona Yachts che fa della sicurezza delle sue barche un cavallo di battaglia e che sull’incidente ha emesso il seguente comunicato ufficiale: “Arcona Yachts AB ha ricevuto la triste notizia che l’8 aprile 2024 un Arcona 460 è affondato nel Pacifico. Tutti i membri dell’equipaggio sono salvi, nessuno è rimasto ferito e l’equipaggio è stato prontamente soccorso dalle imbarcazioni vicine. In Arcona Yachts, la sicurezza è la nostra priorità e stiamo quindi prendendo molto seriamente la situazione.

Abbiamo appreso dagli armatori dell’Arcona 460 che lo stelo del timone si è rotto, ma non sappiamo ancora come e perché. Stiamo lavorando a stretto contatto con i nostri fornitori e con le persone chiave per indagare immediatamente su questo grave incidente. I nostri pensieri sono rivolti agli armatori, alla famiglia e all’equipaggio e ringraziamo di cuore l’equipaggio delle imbarcazioni vicine che hanno prestato soccorso. Non appena ne sapremo di più, rilasceremo ulteriori informazioni”.

GUARDA IL VIDEO:

David Ingiosi

Appassionato di vela e sport acquatici, esperto di diporto nautico, ha una lunga esperienza come redattore, reporter e direttore di testate nazionali e internazionali dove si è occupato di tutte le classi veliche, dalle piccole derive ai trimarani oceanici, compresi tutti i watersports.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.