Su una goletta del 1882 l’albero cade e investe una donna

Durante una crociera a bordo della goletta “Grace Bailey” l’albero della nave si è spezzato all’improvviso investendo l’equipaggio. Una donna di 40, Emily Mecklenburg, medico e velista, è rimasta uccisa.

Emily Mecklenburg, un medico e velista di 40 anni originario di Rockland (Stati Uniti), è rimasta uccisa lunedì 9 ottobre mentre era imbarcata su una crociera a bordo della goletta “Grace Bailey”. La storica nave a due alberi, costruita nel 1882 e restaurata nel 1990, navigava a circa un miglio a Est del porto di Rockland lungo le coste del New England. Quando intorno alle ore 10 l’albero di poppa si è spezzato ed è caduto sul ponte di coperta. Nell’urto ha colpito oltre a Emily diverse persone che hanno riportato ferite alla schiena e alla testa.

Nell’impatto la Mecklenburg ha subito una ferita grave alla testa ed è stata subito sbarcata dalla goletta, ma i tentativi di salvarla sono stati vani. Le altre tre persone ferite sono state prelevate dalla nave e trasportate dalla Guardia Costiera al Pen Bay Medical Center di Rockport. Un passeggero della “Grace Bailey” ha dichiarato che l’incidente è avvenuto all’improvviso, in condizioni di vento leggero e che al momento dell’incidente la goletta non aveva fatto nessuna virata brusca.

Leggi anche: Disalberamento: cosa fare ed errori da evitare

Goletta

Cedimento improvviso dell’albero, evento raro

“Il cedimento o la rottura a metà dell’albero di una goletta, quando non sono coinvolti né il maltempo né una collisione, è un evento estremamente raro – ha dichiarato Jim Sharp, ex capitano di golette della Midcoast con oltre 40 anni di esperienza di navigazione. Una possibile causa di un tale cedimento potrebbe essere la putrefazione del legno causata dall’acqua dolce della pioggia che penetra in alcuni punti dell’albero. Compreso il punto in cui sono attaccati i cavi metallici che sostengono gli alberi. Per tale ragione di solito queste barche vengono sottoposte a una manutenzione regolare per riparare e sigillare tutto il rigging.

Sikkema, il capitano e armatore della Grace Bailey insieme a tre soci, ha rilasciato una dichiarazione sull’incidente lunedì pomeriggio: “Il mio equipaggio e io siamo sconvolti dall’incidente di questa mattina. Soprattutto perché la sicurezza dei nostri ospiti è sempre la nostra priorità. Soprattutto, abbiamo il cuore spezzato per la perdita di un caro amico”.

 

David Ingiosi

Appassionato di vela e sport acquatici, esperto di diporto nautico, ha una lunga esperienza come redattore, reporter e direttore di testate nazionali e internazionali dove si è occupato di tutte le classi veliche, dalle piccole derive ai trimarani oceanici, compresi tutti i watersports.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.