Gli organizzatori del celebre giro del mondo senza scalo e in solitario annunciano che il Vendée Globe partirà regolarmente il prossimo 8 novembre dal porto di Les Sables-d’Olonne. Dopo le regate di qualificazione annullate per il Covid-19 è attualmente in preparazione una nuova prova per i concorrenti prima della partenza.

Buone notizie per gli skipper oceanici. Il celebre Vendée Globe avrà la sua edizione 2020. Dopo l’annullamento di tante regate ed eventi intorno al mondo, l’ultimo dei quali la transatlantica Quebéc-St. Malò che era programmata a luglio, a causa della pandemia da Covid-19, finalmente arriva un annuncio positivo.

A seguito del discorso ufficiale dello scorso 13 aprile da parte del presidente della Francia Emmanuel Macron che prospettava un ritorno alla normalità del paese d’oltralpe per il mese di luglio, gli organizzatori del giro del mondo senza scalo e in solitario hanno confermato la partenza della flotta da Les Sables-d’Olonne il prossimo 8 novembre.

Organizzatori e skipper si mettono in gioco

“I preparativi tecnici e sportivi per i partecipanti alla regata – ha dichiarato Yves Auvinet presidente della società SAEM Vendée che organizza l’evento – sono stati gravemente compromessi da questa crisi senza precedenti. Ne siamo consapevoli. Da diverse settimane ormai, Saem Vendée è in contatto regolare con gli skipper e tutti i principali attori del Vendée Globe, per discutere di questi temi e proporre soluzioni. Il nostro obiettivo è che la nona edizione della gara inizi l’8 novembre nelle migliori condizioni possibili”. Una buona notizia allora che fa ben sperare tutti gli appassionati che aspettano sempre con entusiasmo questa regata altamente suggestiva e tra le più dure al mondo.

Durante questa primavera proprio a causa della diffusione del Coronavirus erano saltate le due transatlantiche di qualificazione che avrebbero consentito ad alcuni skipper di qualificarsi e ad altri di testare il loro monoscafo. Attualmente tuttavia la classe Imoca è al lavoro per organizzare un’alternativa alla New York – Vendée Les Sables-d’Olonne: si tratterà di una regata da disputarsi poco prima del giro del mondo di cui a breve sarà annunciato il formato.

Il video appello dei solitari per un mare più pulito

Nel frattempo tutti gli skipper che saranno schierati al via di questo tumultuoso Vendée Globe sono stati protagonisti di un video per la salvaguardia degli oceani diffuso il 22 aprile dalla Commissione intergovernativa oceanografica dell’Unesco in occasione della Giornata Mondiale della Terra. Nel filmato i velisti, tra cui il nostro Giancarlo Pedote, spiegano come stanno aiutando gli scienziati portando a bordo durante le regate oceaniche boe e sensori ambientali che poi rilasciano in mare.

“Navigando per anni ho avuto la sfortuna di vedere galleggiare cose terribili, come mucche o lavatrici”, spiega per esempio Alan Roura, skipper svizzero di “La Fabrique”. Al quale fa eco il francese Beniamin Dutreux, che naviga su “Water Family”, affermando: “Con la Classe Imoca siamo noi i primi testimoni di questa brutta situazione”. Pedote, che sarà al via su “Prysmian Group”, si augura invece: “Di poter navigare quanto prima in un oceano più pulito” e lancia quindi il suo messaggio di solidarietà rivolto a tutti: “Restiamo a casa per uscire quanto prima da questa situazione”.

GUARDA IL VIDEO:

Il coronavirus ferma anche la vela: sospesa la “Clipper Race”

Avatar
David Ingiosi

Appassionato di vela e sport acquatici, esperto di diporto nautico, ha una lunga esperienza come redattore e reporter per testate nazionali e internazionali dove si è occupato di tutte le classi veliche, dalle piccole derive ai trimarani oceanici

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.