L’epidemia conosciuta come “Coronavirus” che si sta propagando in Cina spaventa gli organizzatori e gli equipaggi impegnati nel celebre giro del mondo a tappe. La tappa cinese di Sanya per ora è stata sospesa e la flotta sosterà nelle Filippine.

Il coronavirus, l’epidemia che dopo essersi sviluppata in Cina diverse settimane fa si sta propagando in altri paesi moltiplicando vittime e numero di persone contagiate,

ha fatto scattare lo stato dall’allerta in tutto il mondo. Voli aerei annullati, navi ferme nei porti a scontare la quarantena, gente in viaggio costretta a rientrare a casa. Ma non sono solo l’economia, il turismo e il vivere civile a essere interessati e a subire disagi a causa del virus.

Modificato il percorso del giro del mondo

Anche il mondo della vela sportiva in qualche modo ne subisce gli effetti nefasti. Il coranavirus e i suoi potenziali danni hanno per esempio messo in allarme anche la flotta di barche impegnata nella Clipper Round The World, il celebre giro del mondo a tappe dedicato agli equipaggi non professionisti. Gli organizzatori della competizione, in accordo con quelli delle città cinesi di Sanya e Zhuhai, hanno deciso di modificare il percorso della regata per ritardare l’arrivo nei porti.

Gli 11 team in gara che il 18 gennaio sono partiti dalla città australiana di Whitsundays per la quinta tappa che doveva raggiungere Sanya si dirigeranno quindi a Subic Bay, nelle Filippine. In questo paese, dove l’arrivo è previsto tra il 13 e il 16 febbraio, si fermeranno almeno nove giorni in attesa di nuove decisioni da parte dell’organizzazione in visto degli eventi.

Una regata a forte matrice cinese: 3 tappe e 3 equipaggi

La Clipper Round The World, regata biennale partita il 2 settembre 2019 da Londra a bordo dei Clipper 70 (sloop di 21 metri), ha in programma tre soste in Cina e precisamente a Sanya, Zhuhai e Qingdao. Inoltre nella flotta ci sono tre team cinesi sponsorizzati proprio dalle città che dovrebbero ospitare la gara. Resta quindi da capire come l’organizzazione riuscirà a conciliare le esigenze degli sponsor e del pubblico con quelle della sicurezza e lo stato di salute degli equipaggi. Info:  www.clipperroundtheworld.com.

 

Avatar
David Ingiosi

Appassionato di vela e sport acquatici, esperto di diporto nautico, ha una lunga esperienza come redattore e reporter per testate nazionali e internazionali dove si è occupato di tutte le classi veliche, dalle piccole derive ai trimarani oceanici

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.