Porto Cesareo: danni a barche e pescherecci per lo Scirocco

Nella notte tra il 28 e il 29 dicembre forti raffiche di Scirocco di oltre 35 nodi hanno causato danni ingenti a decine di barche a vela e unità da pesca ormeggiate a Porto Cesareo nella cittadina pugliese.

Non manca inverno in cui il maltempo con i suoi venti forti e le mareggiate non causi danni alle barche sia a vela che a motore ormeggiate nei porti dislocati lungo le coste italiane. Di recente a essere colpito è stato Porto Cesareo dove nella notte tra il 28 e il 29 dicembre si è abbattuta una violenta mareggiata che ha causato numerose barche affondate e scafi distrutti dalla furia dei frangenti. In realtà il maltempo ha colpito tutta la costa ionica salentina con forti venti e onde alte fino a 5 metri che si sono registrati anche nelle acque di Gallipoli, Santa Caterina e Nardò.

Ad essere più colpita tuttavia è stata proprio la città salentina dove un forte vento di Scirocco ha danneggiato almeno una ventina di imbarcazioni che erano all’ormeggio, tra cui barche da pesca e da diporto, compresi cabinati a vela. Le raffiche registrate sono state di oltre 35 nodi che hanno messo a dura prova gli ormeggi. Alcuni di questi sono saltati con la conseguenza che le barche ormai libere sono state spinte le une contro le altre: alcune hanno subito grossi danni, altre hanno imbarcato acqua e altre ancora sono addirittura colate a picco. Insomma un bilancio disastroso per la comunità pugliese che già lo scorso anno aveva subito una mareggiata che aveva provocato alla locale flotta danni ancora più devastanti.

Porto Cesareo

Diportisti e pescatori i più colpiti

Oltre ai cabinati dei diportisti di Porto Cesareo ad essere pesantemente colpita dall’incidente è stata la flotta dei pescatori locali: “L’intera categoria dei pescatori è stata messa in ginocchio, – ha dichiarato la sindaca Silvia Tarantino – con decine di imbarcazioni utilizzate in prima linea o come tender per arrivare ai natanti per la pesca danneggiate da questa violenta mareggiata di fine anno”. In attesa di quantificare le perdite economiche il sindaco di Porto Cesareo ha inviato un messaggio di solidarietà per i pescatori promettendo l’impegno dell’amministrazione per un sostegno economico alle decine di famiglie che vivono di pesca.

Nella mattinata del 29 dicembre gli uomini della Capitaneria di Porto di Torre Cesareo hanno eseguito diversi sopralluoghi per tentare di eseguire una prima valutazione dei danni, mentre in acqua sono iniziate le operazioni di recupero dei resti delle imbarcazioni danneggiate e dei detriti.

La Signora del Vento distrutta dalle mareggiate

Avatar
David Ingiosi

Appassionato di vela e sport acquatici, esperto di diporto nautico, ha una lunga esperienza come redattore e reporter per testate nazionali e internazionali dove si è occupato di tutte le classi veliche, dalle piccole derive ai trimarani oceanici

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.