Ocean Globe Race, che pasticcio! Vittorio Malingri si dimette

Il navigatore Vittorio Malingri, co-skipper e preparatore dello Swan 65 “Translated9” rassegna le dimissioni dopo che la barca è stata sanzionata con una penalità di 172 ore alla Ocean Globe Race per avere riparato le vele di bordo senza autorizzazione.

Una guerra burocratica a colpi di penalità, infrazioni del regolamento, accuse e dimissioni si è scatenata alla viglia della partenza della terza e ultima tappa della The Ocean Globe Race, al via dalle banchine di Auckland, Nuova Zelanda venerdì 14 gennaio. Protagonista della vicenda è la barca italiana “Translated 9” di cui era skipper il famoso navigatore oceanico Vittorio Malingri.

Lo Swan 65 è stato infatti penalizzato di 172 ore per avere commesso una grave infrazione al regolamento di regata che vieta di riparare le vele in veleria, ma esclusivamente a bordo della barca. Secondo le indagini dalla società McIntyre Adventures, organizzatrice di questo giro del mondo rievocativo della Whitbread del 1973-74, ben 3 vele di “Translated 9” dopo la seconda tappa erano state invece sbarcate e consegnate a un velaio professionista. Senza autorizzazione, senza registrazione e soprattutto mentendo sull’accaduto.

Leggi anche: Torna la Whitbread, giro del mondo da leggenda

Malingri

Malingri: ho sbagliato io, l’equipaggio non c’entra nulla

Vittorio Malingri, co-skipper e preparatore della barca italiana, si è preso tutta la responsabilità dell’infrazione, dichiarando di avere agito in completa autonomia rispetto all’equipaggio e allo stesso armatore Marco Trombetti. E in via ufficiale ha rassegnato le proprie dimissioni dal progetto. Insomma un bel casino per “Translated 9” che a livello sportivo in questo giro del mondo si stava comportando alla grande.

In un lungo post sul suo profilo Facebook Vittorio Malingri ha pubblicato il suo commento alla vicenda: “Sono fuori dal gioco. La notizia delle mie dimissioni ha scatenato l’inferno in Italia e per me è un danno inestimabile. Aiutare il progetto Translated 9 è stata una delle esperienze più positive e intense della mia vita velica, un amore e un divertimento infiniti. La nostra inaspettata performance ha fatto impazzire i nostri avversari. Siamo costantemente sotto attacco e oggetto di sospetti. Non è questo lo stile che mi piace tra i concorrenti. Mi divertirò ancora di più da spettatore osservando come si comporteranno le mie ‘signore e signori’ di Translated 9 senza la ‘Vecchia Tigre’ che gli urla dietro. Il progetto è principalmente il loro, non il mio. Loro sono gli umani, io la bestia, lo sanno tutti!”.

Malingri

Riparazione vele: sanzioni anche per altre barche

C’è da dire per completezza che sulla questione della riparazione delle vele in questa edizione della The Ocean Globe Race ci sono altre barche che hanno accumulato ore di penalità. Tra loro “Explorer” (48 ore di penalità), “Neptune” (36 ore di penalità), “Outlow” (12 ore di penalità), “Pen Duick” (12 ore di penalità) e “Sterna” (12 ore di penalità). In ogni caso per la barca italiana è stato un duro colpo.

Apprezzo la decisione di Vittorio di assumersi piena responsabilità – ha dichiarato Marco Trombetti – e desidero ringraziarlo per la sua straordinaria performance come velista nelle prime due tappe. Stiamo conducendo un’indagine interna per valutare dettagliatamente quanto accaduto. Nel frattempo, apprezziamo il sostegno che stiamo ricevendo e sappiamo di avere molte opzioni per garantire una grande performance nella terza tappa“.

Viste anche le dichiarazioni di Malingri attualmente la penalità per “Translated9” è stata ridotta a sole 72 ore. A condizione che la squadra italiana non sia protagonista di altre violazioni. Con una penalità di 72 ore, ovvero 3 giorni, la posizione di vantaggio dello Swan 65 potrebbe non essere intaccata. Il team italiano ha ancora tutte le carte in regola per vincere.

David Ingiosi

Appassionato di vela e sport acquatici, esperto di diporto nautico, ha una lunga esperienza come redattore, reporter e direttore di testate nazionali e internazionali dove si è occupato di tutte le classi veliche, dalle piccole derive ai trimarani oceanici, compresi tutti i watersports.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.