L’Isola di Montecristo apre le porte ai diportisti nel 2024

Ricca di fascino, storia e natura selvaggia, l’Isola di Montecristo è un luogo soggetto a forti restrizioni. Anche per il 2024 tuttavia è possibile prenotare visite guidate e accessi privati con la propria barca.

Perla dell’Arcipelago Toscano, l’isola di Montecristo è un paradiso selvaggio, autentico e fuori dal tempo. Un piccolo lembo di terra che con i suoi scenari mediterranei, i sentieri a picco sul mare e le scogliere scolpite nel granito ha infatuato viaggiatori e scrittori. Uno tra tutti il celebre Alexandre Dumas che proprio qui ha deciso di ambientare il suo bellissimo romanzo “Il Conte di Montecristo”.

Conosciuta per storie di pirati e tesori nascosti, l’isola è anche un santuario della natura, essendo stata dichiarata Riserva Naturale Statale nel 1971 e Riserva Naturale Biogenetica nel 1988. Montecristo fa parte inoltre della Riserva della Biosfera “Isole di Toscana” Unesco e del santuario “Pelagos” per la protezione dei mammiferi marini. Come altre ex isole carcerarie italiane, Montecristo è soggetta tuttavia a restrizioni rigorose per i diportisti. Per chi vuole visitare questo patrimonio naturalistico esiste però la possibilità di prenotare online una visita guidata da fare in giornata.

Leggi anche: Scopri le 16 rotte attorno all’Italia per valorizzare isole e coste

 Montecristo

Come prenotare una visita guidata

Per il 2024 sono disponibili 23 date per visitare Montecristo, a partire dal 17 marzo e fino al 22 settembre. Le prenotazioni possono essere effettuate attraverso il sito del Parco Nazionale dell’Arcipelago. Due di queste date prevedono partenze dal porto di Santo Stefano. Mentre per le altre 21 si partirà da Piombino con scalo a Porto Azzurro, all’Isola d’Elba.

L’escursione all’isola di Montecristo è limitata a 75 persone al giorno, per un totale di 1725 posti disponibili. I residenti delle isole dell’Arcipelago Toscano hanno diritto a 100 posti riservati e una tariffa agevolata di 60 euro, se prenotano entro il 6 marzo 2024. Per gli altri, il costo del biglietto è di 130 euro a persona. I visitatori saranno divisi in gruppi da massimo 12 persone, ciascuno accompagnato da una guida. È richiesto l’uso di scarpe da trekking, poiché i percorsi includono sentieri sconnessi. La partecipazione alla visita di Montecristo è soggetta a delle restrizioni: non possono partecipare ragazzi sotto i 12 anni e animali di qualsiasi taglia e specie.

Visitare Montecristo con la propria barca

Oltre alle visite guidate offerte dal Parco Nazionale Arcipelago Toscano, i diportisti possono esplorare l’Isola di Montecristo anche con la propria imbarcazione di lunghezza inferiore ai 16 metri. Per farlo, è necessario ottenere un’autorizzazione dal Reparto Carabinieri Biodiversità di Follonica (tel. 0566 40611). I costi variano a seconda della lunghezza dello scafo, con un costo aggiuntivo di 25 euro per ogni passeggero (fino a un massimo di 15 persone). Il pagamento può essere effettuato tramite il sistema PagoPA sul sito www.islepark.it.

L’autorizzazione permette di scendere a terra per la visita alle sole pertinenze di Cala Maestra e del museo a terra e la visita è limitata alle pertinenze di Cala Maestra e il museo sotto la guida del personale dei Carabinieri Forestali, tenendo presente che sulla costa di Montecristo la balneazione è proibita.

David Ingiosi

Appassionato di vela e sport acquatici, esperto di diporto nautico, ha una lunga esperienza come redattore, reporter e direttore di testate nazionali e internazionali dove si è occupato di tutte le classi veliche, dalle piccole derive ai trimarani oceanici, compresi tutti i watersports.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.