Scopri le 16 rotte attorno all’Italia per valorizzare isole e coste

Per il progetto “l’Italia vista dal Mare – Scopri dove ti Porto”, Assonautica Italiana redigerà 16 rotte attorno lo stivale. L’obiettivo di incentivare il diporto nautico sul portale dell’Agenzia Nazionale del Turismo.

Rotte nautiche attorno l’Italia. Sapevate che in Italia ci sono 8.000 chilometri di coste, 800 isole e oltre 700 porti, e che i borghi marinari visitabili sono più di 1.000? Di recente ad Assonautica Italiana, l’associazione nazionale per la nautica da diporto, è stato assegnato il compito di valorizzare e promuovere l’andar per mare attraverso il progetto “l’Italia vista dal Mare – Scopri dove ti Porto”. Il modo per farlo è redigere 16 rotte attorno lo stivale con l’obiettivo di incentivare il diporto nautico sul portale dell’Agenzia Nazionale del Turismo.

Lanciato dal Ministero del Turismo e coordinato dalla Conferenza Regioni e Province autonome con la collaborazione dell’Agenzia Nazionale del Turismo, il nuovo progetto mette insieme contenuti e avanzati strumenti di comunicazione digitale che orientano il diportista attraverso percorsi accuratamente studiati lungo costa e attorno alle isole. Una delle opportunità migliori spesso Per scoprire l’immenso patrimonio storico, culturale, artistico, naturalistico ed enogastronomico del nostro paese.

Rotte Italia

Una guida nautica e turistica di coste e isole 

Rotte nautiche attorno l’Ialia. Non un vero e proprio portolano, dunque, ma una guida per chi viene dal largo con descrizione puntuale di porzioni di territorio. A cui si aggiungono naturalmente informazioni utili per l’ormeggio e i servizi a terra. Le rotte stilate toccano in senso antiorario tutta l’Italia isole comprese. A queste si aggiungono Lago di Garda, una navigazione sul Tartaro (canale navigabile dell’Italia Nord orientale, che da Rovigo porta a Trecenta). E infine la “Rotta di Enea”, itinerario culturale che, toccando siti archeologici, aree marine protette e ambienti di rilievo naturalistico, si snoda per circa 500 miglia tra Puglia, Sicilia, Calabria, Campania e Lazio, ripercorrendo il viaggio del mitico eroe greco-romano.

“Per la prima volta – ha commentato il presidente di Assonautica Italiana Giovanni Acampora – il turismo nautico diventa un vero e proprio segmento turistico alla stregua di quello enogastronomico, open air (camper e roulotte), del cicloturismo e dei cammini. Questo passaggio consentirà maggiore attenzione nelle programmazioni di investimento delle Amministrazioni dello Stato e Locali in risorse dedicate anche alle strutture turistico portuali. E magari anche un’attenzione positiva del legislatore statale e regionale”.

 

David Ingiosi

Appassionato di vela e sport acquatici, esperto di diporto nautico, ha una lunga esperienza come redattore, reporter e direttore di testate nazionali e internazionali dove si è occupato di tutte le classi veliche, dalle piccole derive ai trimarani oceanici, compresi tutti i watersports.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.