Il mare è un piacere, ma serve una cultura della sicurezza

Tutto incentrato sulla sicurezza in mare e la formazione velica il Giro d’Italia Formativo Uisp 2023 di cui MagellanoStore è partner. Il progetto, gestito da Uisp e Luca Sabiu, è partito lo scorso 15 aprile dal Marina di Chiavari – Calata Ovest con un training aperto al pubblico.

Con le belle giornate di questo aprile 2023 molti diportisti ne hanno approfittato per tornare a navigare lungo le coste italiane. Non sono mancati tuttavia anche i primi incidenti, frutto come al solito di disattenzioni e scarsa competenza marinaresca. Il 16 aprile la Guardia Costiera di Sanremo è intervenuta per portare in salvo un equipaggio di 4 persone rimasto bloccato a circa 4 miglia al largo della costa a bordo di un’imbarcazione in avaria.

Il 9 aprile un altro equipaggio su un gommone dopo essere partito dalla Sardegna in direzione di Fiumicino ha finito il carburante ed è andato alla deriva. L’8 aprile una barca battente bandiera francese e proveniente da Malta è finita sugli scogli di Cala Spugne sull’isola di Lampedusa.

Leggi anche: Oggi la vela s’insegna così: Luca Sabiu e il Giro d’Italia Uisp 2023

Luca Sabiu a Chiavari: come gestire le emergenze

Andare per mare piace a molti, ma non è per tutti. Serve preparazione, buon senso e cultura della sicurezza. E sono proprio la sicurezza in mare e la formazione velica al centro del progetto che ha lanciato la Uisp Vela in questo 2023: il Giro d’Italia Formativo Uisp. Si tratta di un training itinerante che prevede il periplo dell’Italia in 3 tappe a bordo del Class 40 Flow del navigatore e sailing coach Luca Sabiu che formerà i futuri istruttori di vela Uisp. L’iniziativa si è aperta lo scorso 15 aprile nel Marina di Chiavari – Calata Ovest con un workshop a terra aperto al pubblico. Durante l’evento, di cui è partner anche MagellanoStore, insieme al centro di previsioni meteomarine Navimeteo, la rete di porti “green” MarineDi e il marchio storico di abbigliamento tecnico da vela Veenvind, sono stati affrontati tanti aspetti legati alla sicurezza della navigazione.

Dall’analisi meteo, all’uso di dotazioni, attrezzature e strumenti di comunicazione, fino alle procedure di emergenze, come una chiamata sul vhf, il lancio di un mayday e il piano di abbandono nave. Durante questa fase lo stesso Sabiu ha mostrato al pubblico l’apertura di una zattera di salvataggio, spiegando il contenuto e l’uso durante una situazione di emergenza.

Segui il Giro d’Italia Uisp a bordo di “Flow”!

Al termine del training, il giorno successivo il Class 40 Flow con Luca e la crew di istruttori Uisp ha mollato gli ormeggi per la prima tappa del Giro d’Italia. Una navigazione di circa 170 miglia fino a Riva di Traiano, per poi proseguire nei prossimi giorni verso il porto di Balestrate (Palermo) dove è previsto l’arrivo il giorno 22 aprile. Dopodiché “Flow” farà rotta su Brindisi con successivo trasferimento ad Ancona il 4 maggio. E Infine affronterà l’ultima tappa con arrivo a Venezia il 6 maggio. Gli speciali “Clinics” a terra sulla sicurezza a bordo saranno organizzati anche nelle tappe di Palermo e di Ancona.

Se volete seguire in tempo reale il Giro d’Italia Formativo Istruttori Uisp 2023 e magari partecipare a uno di questi preziosi workshop, potete consultare la posizione live di “Flow” sul link, mentre news e aggiornamenti potete trovarli sulle pagine del Blog di MagellanoStore.

David Ingiosi

Appassionato di vela e sport acquatici, esperto di diporto nautico, ha una lunga esperienza come redattore, reporter e direttore di testate nazionali e internazionali dove si è occupato di tutte le classi veliche, dalle piccole derive ai trimarani oceanici, compresi tutti i watersports.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.