Sul brigantino Nave Italia la vela vuol dire inclusione

Prende il via la campagna 2023 del brigantino Nave Italia di 61 metri che coinvolgerà 23 associazioni impegnate in progetti sulla sensibilizzazione e l’inclusione sociale.

La vela può essere un mezzo straordinario di recupero sociale, autostima e rinascita per chi si trova suo malgrado ai margini della società. Lo sa bene la Fondazione Tender To Nave Italia, associazione nata nel 2007 per volere della Marina Militare e dello Yacht Club Italiano con l’obiettivo di sensibilizzare sulla disabilità e l’esclusione sociale di soggetti portatori di handicap e giovani con problemi legati a salute, delinquenza, abbandono scolastico, uso di sostanze stupefacenti.

Così anche in questo 2023 il loro brigantino della “solidarietà” Nave Italia di 61 metri è pronto a salpare il 18 aprile da La Spezia la campagna di Nave Italia per una nuova campagna di sensibilizzazione su questi temi.

Leggi anche: La vela maestra dei nostri figli: un concorso tutto per loro

Nave Italia

Progetti solidali, regate e medicina

Il veliero con a bordo l’equipaggio della Marina Militare e lo staff scientifico della fondazione, farà scalo nei porti di Genova, Savona, Livorno, Civitavecchia, Olbia e Cagliari. Una lunga navigazione di circa 6 mesi durante la quale si alterneranno a bordo 23 associazioni ed enti no profit con progetti di medicina legati a neuroscienze, oncologia pediatrica, diabete e musica terapeutica. Interessante anche la collaborazione con il Royal Cape Yacht Club Sailing Academy di Città del Capo per avvicinare al mondo della vela studenti sudafricani provenienti da comunità povere ed emarginate a causa dell’apartheid.

Il brigantino nave Italia, inoltre, prenderà parte anche regate, come per esempio la Settimana Velica Internazionale di Livorno, il Trofeo Siad Bombola d’Oro a Santa Margherita Ligure e la Festa della Marina di La Spezia.

Nave Italia

Una grande festa per i 30 anni di Nave Italia

Nel 2023 si celebra anche il trentennale dal varo di Nave Italia, un traguardo importante che è stato festeggiato con l’emissione di un francobollo speciale da parte di Poste Italiane. Nel frattempo la Fondazione ha ricevuto la “Medaglia del Presidente della Repubblica alla campagna solidale 2023”, un riconoscimento che premia anche l’attività svolta in questi anni, che dal 2007 ha coinvolto 7.000 persone e realizzato 336 progetti percorrendo 40.000 miglia in mare.

David Ingiosi

Appassionato di vela e sport acquatici, esperto di diporto nautico, ha una lunga esperienza come redattore, reporter e direttore di testate nazionali e internazionali dove si è occupato di tutte le classi veliche, dalle piccole derive ai trimarani oceanici, compresi tutti i watersports.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.