Motore della barca acceso: mai avvicinarsi da poppa a nuoto

Sull’isola di St. Maarten, ai Caraibi, un grave incidente ha avuto come protagonista un uomo che per avvicinarsi a nuoto a un catamarano è stato risucchiato dall’elica del motore che gli ha tranciato un piede.

I pericoli dell’elica. Secondo una delle fondamentali regole di sicurezza della nautica da diporto quando il motore di una barca è acceso, sia questo il fuoribordo di un motoscafo o di un gommone, ma vale anche per l’entrobordo di un cabinato a vela, non bisognerebbe mai avvicinarsi nuotando alla poppa della barca.

Con il propulsore in funzione infatti c’è il concreto rischio di urtare con le gambe o le braccia le pale ruotanti dell’elica con conseguenze anche gravi. A causa della cavitazione dell’elica stessa peraltro l’effetto è quello di sentirsi risucchiare dalla stessa anche se si nuota solo nei paraggi della poppa. Il tutto infine avviene sott’acqua dove la visibilità non sempre è buona.

Leggi anche: Manovrare a motore, gli effetti dell’elica

elica

La barca parte, ma lui non vuole perdere il passaggio

Si tratta di una regola elementare, ma che non tutti evidentemente considerano. Come è successo il 13 aprile scorso in un tragico incidente che si è verificato al Bobby’s Marina dell’isola di St. Maarten, ai Caraibi. Un uomo doveva sfruttare un servizio taxi tra le isole a bordo di un catamarano. Ma arriva tardi in banchina, proprio nel momento in cui la barca carica di passeggeri si stacca dal molo. Pur di non perdere il passaggio, l’uomo si tuffa in acqua e raggiunge il catamarano da poppa che nelle acque interne del porto deve navigare a una velocità ridotta.

I pericoli dell’elica. Purtroppo dopo essersi aggrappato alla poppa di uno dei due scafi, l’uomo è stato risucchiato sott’acqua dall’elica del propulsore mentre cercava di salire a bordo. Il risultato è che l’elica della barca gli ha tranciato di netto il piede destro.

Elica

L’elica gli trancia un piede, l’equipaggio sotto shock

Quando è riemerso, l’uomo ferito è stato afferrato per un braccio da un passeggero che ha cercato di tirarlo su. Ma lo stesso, rimasto spaventato dalla vista del piede tranciato, lo ha lasciato per lo spavento. Dopo lo shock iniziale il passeggero è tornato in soccorso dell’uomo che finalmente è stato tirato a bordo, perdendo molto sangue, mentre a bordo del catamarano e sul molo le persone urlavano sconvolte.

I pericoli dell’elica. Subito il ferito è stato ricoverato d’urgenza al St. Maarten Medical Center dove attualmente versa in condizioni gravi ma stabili. Le autorità hanno aperto un’indagine sull’accaduto.

David Ingiosi

Appassionato di vela e sport acquatici, esperto di diporto nautico, ha una lunga esperienza come redattore, reporter e direttore di testate nazionali e internazionali dove si è occupato di tutte le classi veliche, dalle piccole derive ai trimarani oceanici, compresi tutti i watersports.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.