Altoparlanti marini: come scegliere i migliori per la tua barca

Migliori altoparlanti marini: come scegliere

Se ami la musica e desideri ascoltarla anche quando sei a bordo della tua barca è fondamentale sapere come configurare un impianto stereo marino di qualità. In questa guida ci occuperemo di analizzare tutti i fattori che influiscono sulla scelta dei migliori altoparlanti marini, tenendo conto delle dimensioni della tua imbarcazione, delle varie possibilità di installazione e delle caratteristiche peculiari che distinguono i vari modelli di casse nautiche.

La musica è una compagna di vita quotidiana per molte persone. Grazie alla tecnologia sempre più smart e portabile, possiamo usufruire dell’ascolto musicale in ogni momento e luogo: in auto, in treno, in strada, a casa e sì, ovviamente anche sulla nostra barca. Stereo e casse altoparlanti sono infatti diventati un must anche per il diportista che non vuole fare a meno della propria musica preferita, durante le escursioni in mare o nei momenti di relax in banchina.

Ma se desideri goderti la tua musica a bordo con un audio di qualità elevata e la garanzia che l’impianto possa fronteggiare e resistere a lungo all’ambiente marino, dovrai inevitabilmente orientare la tua scelta su prodotti specificatamente pensati per l’utilizzo nautico. Si tratta di apparecchi elettronici diversi da quelli domestici o automobilistici, dotati di specifici accorgimenti come guarnizioni, scocche impermeabili, circuiti e funzionalità dedicate all’utilizzo in mare.

Secondo quali criteri e in base a quali caratteristiche bisogna allora scegliere gli altoparlanti da barca? Come avrai già capito, ti sconsigliamo vivamente di infilarti in un qualsiasi negozio di elettronica per acquistare il primo impianto che ti viene proposto. Il sole, l’acqua marina, la sabbia e in generale gli agenti atmosferici, sono in grado di danneggiare seriamente e in breve tempo qualsiasi strumento di bordo dunque anche stereo e casse, se non espressamente progettate per essere installate a bordo di una barca. Vediamone le caratteristiche.

Caratteristiche degli altoparlanti marini

Progettati, testati e garantiti per essere utilizzati nelle abituali condizioni ambientali in cui il diportista pratica la sua attività, ecco le caratteristiche fondamentali che distinguono gli altoparlanti per barca:

  • Impermeabili all’acqua

Casse e altoparlanti da barca appartengono necessariamente a una categoria di strumenti che, per il loro specifico utilizzo, vantano una costruzione più solida ottenuta grazie a materiali capaci di garantire la loro impermeabilità e durata nel tempo. Per valutare se un dispositivo di questo tipo è effettivamente resistente all’acqua non basta una generica dicitura “water resistant” ma è necessario verificare il grado di certificazione IP (‘International Protection Rating), una specifica che certifica quanto quel prodotto resiste agli agenti atmosferici. Per un altoparlante marino esterno l’ideale è scegliere prodotti con indice IP6 o superiore, capaci di resistere a potenti getti d’acqua (come le onde) o addirittura all’immersione (in caso di valore superiore).

  • Resistenti ai raggi UV

Un impianto stereo di qualità pensato per l’uso marino all’aperto, deve necessariamente avere un’ottima resistenza ai raggi del sole. Anche se il diportista può cercare di ridurre l’esposizione della propria strumentazione di bordo tramite cappottine, tendalini o altre coperture, è comunque fondamentale che stereo ed altoparlanti siano specificamente costruiti con materiali resistenti ai raggi UV. In determinate condizioni infatti gli ultravioletti rappresentano una minaccia persino peggiore dell’acqua per le vostre casse nautiche.

  • Protetti dalla corrosione

Il sale presente nell’acqua marina, così pure la sabbia che onde o vento potrebbero far arrivare in coperta, sono in grado di danneggiare fortemente la strumentazione audio corrodendone i componenti in tempi relativamente brevi. Se casse e altoparlanti non sono progettati per resistere a questo elemento, avrete solo buttato dei soldi.

Come per l’home theater e i sistemi audio automobilistici, gli altoparlanti sulla tua barca sono fondamentali per una buona qualità del suono, quindi non lesinare. Uno stereo di qualità media abbinato ai migliori altoparlanti è più soddisfacente di un costoso riproduttore abbinato ad altoparlanti economici.

Casse e altoparlanti per barca: come scegliere

Tenendo conto che l’ambiente marino è particolarmente disturbato dal vento, dalle onde o dal rumore del motore, per apprezzare la musica al meglio è fondamentale che gli altoparlanti della barca siano in grado di produrre un suono potente ma soprattutto pulito e di alta qualità.

Maggiore potenza infatti significa semplicemente più decibel, più pressione sonora, ma non indica necessariamente che la qualità dell’ascolto sarà migliore.

La scelta delle casse acustiche per la nostra barca, richiede quindi un’attenzione particolare che tenga conto dell’ambiente in cui questi apparati saranno allocati, dell’estetica o della compatibilità con i sistemi di bordo, ma anche delle diverse specifiche tecniche che faranno la differenza nella qualità dell’ascolto.

I fattori da prendere in considerazione sono molteplici, anche se possiamo partire da semplici ma fondamentali concetti. Vediamo insieme quali sono i differenti tipi di altoparlanti marini.

Altoparlanti marini da incasso e casse esterne

Altoparlanti marini da incasso o casse esterne?

Il mercato degli altoparlanti nautici è decisamente ampio e offre fortunatamente numerosi modelli con diverse caratteristiche e opzioni di installazione.

Gli altoparlanti box detti anche altoparlanti scatolati o casse esterne possiedono un loro contenitore sigillato (chassis) che fa anche da cassa di risonanza. Sono senza dubbio i più facili da installare, è sufficiente praticare solo un paio di piccoli fori per fissare la staffa che li sostiene. Tuttavia, rispetto ai modelli da incasso occupano più spazio, quindi possono rappresentare un elemento di ingombro, assolutamente da escludere in alcune situazioni come ad esempio un pozzetto piccolo o zone di passaggio.

In questa categoria di casse acustiche nautiche troviamo anche i cosiddetti altoparlanti tower, progettati per imbarcazioni con roll bar, t-top o torrette. Il loro suono potente unitamente al design accattivante e aerodinamico li rende la soluzione ideale per i moderni motoscafi sportivi utilizzati per lo sci nautico, il wakeboard o il traino di gonfiabili. Installarli è veramente un gioco da ragazzi. Queste casse sono dotate di un morsetto che permette di fissarle ai tubolari dei roll-bar in pochi secondi.

Gli altoparlanti da incasso al contrario offrono una soluzione più pulita e attraente sotto il profilo estetico, si adattano meglio a spazi di dimensioni ridotte, non rappresentano un possibile ostacolo a bordo ma la loro installazione necessita l’apertura di fori di 10-20 cm. sulle paratie e spazio posteriore adeguato ad ospitare la parte che rimane incassata. Uno spazio d’aria troppo piccolo sulla parte posteriore dell’altoparlante inibisce il movimento del diaframma e provoca una grave perdita di risposta alle basse frequenze.

Altoparlanti coassiali a due vie, tre vie o a doppio cono

Ora vediamo quali sono le diverse tecnologie di costruzione dei diffusori acustici per barca e quali differenze comportano nella qualità dell’audio che sono in grado di produrre.

Il suono, come sappiamo, è semplicemente aria che vibra a diverse frequenze. Gli altoparlanti (speakers) sono in grado di trasformare i segnali elettrici che arrivano dal riproduttore musicale, in vibrazioni, ovvero in suoni. Sono essenzialmente costituiti da due elementi, una sorta di bobina (driver) che converte il segnale elettrico in onde sonore e una membrana (o cono) vibrante.

A seconda di come sono costruiti, gli altoparlanti riescono ad interpretare più o meno bene le diverse frequenze sonore. Esistono quindi speakers generici che riproducono con una precisione accettabile un’ampia gamma di frequenze (full-range) oppure specializzati nella riproduzione più fedele di una più ristretta gamma di frequenze: ad esempio i tweeter per i suoni acuti (alti), mid-range per la gamma di frequenze medie (ad es. le voci) e i woofer per i suoni bassi.

Nella progettazione di un impianto audio per la barca, gli audiofili più esigenti adotteranno quanto più possibile speakers capaci di restituire la migliore resa sonora possibile. Ma questo significa un numero superiore di altoparlanti da installare e in generale una maggiore complessità dell’impianto che può essere esteso fino a coprire frequenze estremamente basse con i subwoofer ed estremamente alte con i super tweeter.

Nella grande maggioranza dei casi tuttavia non è necessario spingersi così al limite, anche normalissimi altoparlanti full-range, se di buona qualità, sono sufficienti a restituirci un buona esperienza sonora.
Vediamo quindi quali sono le più diffuse tipologie di altoparlanti marini tra cui possiamo scegliere:

Altoparlanti a doppio cono: possiedono un piccolo cono ad alta frequenza “whizzer” fissato al centro di un cono più grande dedicato alla riproduzione di suoni medi e bassi. A differenza degli altoparlanti coassiali (che vedremo qui di seguito), i modelli a doppio cono hanno un solo driver e rappresentano la soluzione più semplice ed economica. Non aspettiamoci quindi una qualità dell’audio eccelsa.

Altoparlanti coassiali: detti anche altoparlanti a due o tre vie, questi diffusori acustici sono definiti coassiali perchè montano sullo stesso asse, in maniera concentrica, uno speaker dentro l’altro. Nelle casse a due vie troviamo un tweeter per i suoni alti, all’interno di un woofer dedicato ai suoni medio-bassi. Le casse a tre vie aggiungono un ulteriore speaker per riprodurre più fedelmente le medie o le altissime frequenze.

All’interno degli altoparlanti coassiali un elemento definito crossover si occupa di distribuire le varie frequenze sonore al driver/speaker più adatto a riprodurle. Gli altoparlanti marini coassiali rappresentano la soluzione più diffusa proprio perchè sono in grado di restituire un’eccellente qualità del suono, a fronte di costi relativamente contenuti e semplicità di installazione.

Subwoofer e Amplificatori Marini

Subwoofer e amplificatori da barca: estendere l’impianto

Per chi non si accontenta e desidera un suono ancora più potente, avvolgente e corposo, la soluzione è aggiungere alcuni elementi che sicuramente fanno la differenza.

Subwoofer

Sono altoparlanti di grandi dimensioni (8″ di diametro o più grandi) che hanno un solo compito, diffondere al meglio i suoni delle frequenze più basse udibili dall’orecchio umano. La gestione di queste frequenze sonore richiede però una notevole energia, per la quale, è normalmente necessario e consigliabile installare un amplificatore di potenza.

Amplificatori

L’amplificatore è un elemento che fornisce ulteriore spinta sonora al nostro impianto audio marino. Potenza per neutralizzare i rumori esterni e per gestire le frequenze estremamente basse dei subwoofer o per poter aggiungere un numero superiore di altoparlanti. Scegliere di installare un amplificatore in barca (anche uno decente, non un’unità di fascia alta) può fare una grande differenza nella qualità della musica che puoi ascoltare a bordo.

Quale potenza per gli altoparlanti da barca

Come abbiamo detto in precedenza, installare casse potenti è sicuramente vantaggioso perchè ti permette di raggiungere volumi di ascolto sufficienti a coprire e neutralizzare i vari rumori di sottofondo di cui possiamo soffrire a bordo, dallo sciabordio delle onde, al vento, al rombo del motore. Ma come possiamo scegliere altoparlanti marini della giusta potenza?

Dobbiamo innanzitutto partire dalla potenza max di uscita dello stereo installato (o che vogliamo installare) a bordo. La regola di base ci dice che per assicurarsi un suono con la minima distorsione possibile, gli altoparlanti devono avere una potenza uguale o leggermente superiore a quella erogabile dal tuo riproduttore musicale (o del tuo amplificatore se installato). Questo permette alle casse di poter suonare agevolmente anche al massimo volume senza rischiare di venire danneggiate.

Attenzione però, dobbiamo imparare a leggere correttamente le schede tecniche, i numeri esposti dai produttori possono trarci in inganno. Ad esempio, se abbiamo una radio stereo da 200 watt di potenza di picco non significa che i tuoi altoparlanti dovranno essere in grado di sopportare 200 watt. Uno stereo di questo tipo avrà probabilmente 4 canali di distribuzione del suono, quindi i 200 watt dovranno essere divisi per 4, riducendo la potenza per ogni canale a 50 watt.

Dunque nella scelta delle casse per la tua barca, considera sempre la potenza per singolo canale.

Potenza di picco e potenza RMS

Ma non è finita qui. La potenza non viene misurata solo in potenza di picco (la massima potenza in un dato istante), ma può anche essere misurata in potenza continua, o potenza media, definita come RMS.

La potenza di picco, che i produttori amano tanto esporre, può trarre in inganno perchè il suo valore è sempre decisamente più alto della potenza RMS ma è quest’ultima in realtà la più importante. Per il corretto dimensionamento dei diffusori acustici della nostra barca consideriamo quindi preferibilmente la potenza RMS per singolo canale.

Tornando all’esempio se il nostro stereo eroga 60w RMS per canale è sufficiente acquistare casse nautiche da 60w RMS di potenza o leggermente superiori.

Musica a bordo
Stereo Marini Altoparlanti

Radio stereo, amplificatori, altoparlanti… scegli i migliori apparati per la riproduzione della musica a bordo della tua imbarcazione…

I migliori altoparlanti marini

Al di là delle caratteristiche che troviamo sulle schede tecniche dei produttori, la cosa più importante è acquistare casse nautiche di marchi rinomati, garanzia di qualità e durata nel tempo. Ecco i migliori disponibili attualmente sul mercato:

  • Boss Marine: è un’azienda americana storicamente specializzata nella produzione di sistemi audio per automobili che negli anni ha realizzato un ampio catalogo di prodotti specifici per la nautica. Le casse nautiche Boss Marine offrono un’ottimo rapporto qualità prezzo e un’ampia gamma di scelta.
  • Hertz Marine: i sistemi di altoparlanti Hertz Marine sono dedicati ai puristi del suono che desiderano alta qualità di riproduzione ed un’estetica moderna e ricercata. Esplora il catalogo di altoparlanti Hertz sul nostro store.
  • Fusion: recentemente acquistata da Garmin, Fusion produce casse nautiche di alta qualità. Design ricercato e soluzioni tecnologiche avanzate rendono gli altoparlanti Fusion una delle scelte preferite su barche di medie dimensioni, ma oggi, grazie alla prezzi più competitivi, è comune trovarle anche su piccoli scafi in cui l’armatore ha optato per un esperienza musicale impeccabile.
  • JL Audio: anche questo brand è entrato da poco nel gruppo dei brand Garmin. Si può affermare che gli altoparlanti marini JL Audio sono tra i più sofisticati diffusori acustici disponibili sul mercato nautico. Se cerchi un’audio senza compromessi e il prezzo non costituisce un problema, questo è sicuramente il marchio che fa per te.

Ognuno di questi marchi offre prodotti realizzati specificamente per resistere al meglio in ambiente marino, grazie all’utilizzo di materiali di alta qualità e tecniche costruttive avanzate.

Tra i numerosi modelli che questi brand mettono a disposizione è interessante segnalare gli altoparlanti a led che ultimamente vanno tanto di moda: questi diffusori integrano una o più corone luminose, la cui intensità e colore possono essere modificati a piacere. Grazie a un semplice telecomando è’ possibile creare un’illuminazione diffusa o giochi di luce che possono anche seguire il ritmo della musica.

Per concludere, dopo aver parlato di potenza e qualità costruttiva, un fattore che influisce sull’esperienza sonora ottenibile a bordo è sicuramente il numero dei diffusori acustici necessario a creare un impianto audio marino di qualità e alcune semplici indicazioni per la loro installazione..

Quanti altoparlanti e dove installarli a bordo?

Le casse audio, è importante ribadirlo, sono l’elemento che più influenza l’ascolto della musica in barca che varia in base alla loro qualità, al loro numero ma anche, cosa spesso trascurata, alla loro collocazione. Se la collocazione è sbagliata, anche con un numero elevato di altoparlanti di qualità eccellente, la resa potrebbe risultare mediocre e non potresti goderti appieno la musica che ami.

Quanti altoparlanti servono in barca

Ribadiamo che non esiste una regola universale per scegliere il numero perfetto di casse da installare a bordo. E’ l’intero impianto audio della barca che dovrà essere equilibrato per ottenere il risultato che desideriamo. Su piccole imbarcazioni aperte e per esigenze di ascolto base, ad esempio, può essere sufficiente un impianto con due soli diffusori acustici posizionati in pozzetto. Per scafi cabinati e di grandi dimensioni, dovremo sviluppare un progetto che tenga conto dei vari ambienti in cui vogliamo portare la musica e delle loro caratteristiche.

A questo proposito è importante sapere che gli altoparlanti sono direzionali (ad esclusione di woofer e sub woofer) ovvero diffondono il suono frontalmente con un cono piuttosto ristretto (45° circa). Se non ci troviamo all’interno di questa zona radiante, il suono, per raggiungere le nostre orecchie, dovrà rimbalzare su una qualche superficie riflettente.

Possiamo facilmente comprendere quindi quanto sia importante la corretta disposizione degli altoparlanti all’esterno, mentre sottocoperta, avendo a disposizione un numero elevato di superfici su cui il suono può rimbalzare, la scelta del posizionamento dei diffusori è meno critica.

Installare gli altoparlanti a bordo

Se per le casse esterne (box o tower) il montaggio è davvero semplice e veloce, l’installazione degli altoparlanti da incasso richiede un pò più di attenzione. Dovremo infatti verificare che sulla parete ci sia spazio sufficiente ad ospitare agevolmente la griglia frontale (l’elemento visibile che copre l’altoparlante) ma anche la possibilità di praticare un foro di incasso della giusta dimensione. Inoltre anche lo spazio disponibile sul retro della paratia è un elemento fondamentale. Lasciare la giusta aerazione all’altoparlante ad incasso è condizione indispensabile per farlo suonare bene.

Quindi, per acquistare i giusti altoparlanti ad incasso controlla sempre le tre misure fondamentali: diametro esterno della griglia, diametro dell’incasso e profondità. Verifica quindi che la zona in cui hai progettato di installarli sia in grado di ospitarli.

Analogamente se a bordo hai già un impianto audio e vuoi semplicemente sostituire i vecchi altoparlanti: per prima cosa rimuovi uno di quelli vecchi, misura il diametro del foro per l’incasso, la profondità e lo spazio disponibile sulla paratia. Con queste informazioni in mano, potrai facilmente identificare ed acquistare gli altoparlanti corretti per la tua barca.

L’installazione degli altoparlanti da incasso, pur apparentemente semplice, richiede alcune attenzioni supplementari. Importantissima la sigillatura tra il diffusore e la paratia sia per ottimizzare le prestazioni sonore che per evitare l’ingresso di acqua, sale e sabbia nella parte posteriore dell’altoparlante, quella per intenderci che contiene connettori e contatti, elementi decisamente vulnerabili alla corrosione.

Altoparlanti e strumentazione di bordo

Un ultimo accorgimento, se hai progettato di installare le casse audio vicino alla strumentazione, devi considerare che le bussole di navigazione soffrono la vicinanza a campi elettromagnetici generati da cavi non schermati e dai magneti degli altoparlanti audio.

Se stai installando un altoparlante vicino alla tua bussola, assicurati che si tratti di altoparlanti con schermatura magnetica.

Manutenzione e cura

Per garantire prestazioni ottimali nel tempo, è importante che ti prenda cura dei tuoi altoparlanti marini. Innanzitutto puliscili e risciacquali regolarmente con acqua dolce per rimuovere salsedine e sabbia, di tanto in tanto effettua una veloce ispezione per individuare eventuali danni o problemi e cerca di proteggerli dagli agenti atmosferici quando non utilizzi la barca.

Conclusioni

Scegliere altoparlanti marini di qualità e in generale realizzare un impianto musicale ben progettato è fondamentale per ascoltare buona musica e godersi al meglio le giornate a bordo della nostra barca. Che tu sia un audiofilo esigente o desideri semplicemente un sottofondo musicale che accompagni i tuoi aperitivi a bordo, il mercato offre altoparlanti marini adatti a tutte le esigenze e a tutte le tasche. Investi in un sistema audio marino di qualità e preparati a vivere esperienze sonore indimenticabili.

MagellanoStore

La nautica con passione!

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.