Charter, una giungla di operatori. Come uscirne vivi…

La crociera a noleggio è un’ottima alternativa per chi non è armatore ma vuole comunque godere dei piaceri dell’andare per mare. Oggi basta cercare da soli l’operatore con cui partire. Impresa però tutt’altro che facile.

Cercando on line una vacanza charter da una parte c’è un’offerta praticamente illimitata di proposte per tutte le tasche e tutte le destinazioni, dall’altra può capitare di smarrirsi in questo scenario caotico, variegato e spesso difficile da interpretare, soprattutto per chi è alla sua prima vacanza di questo tipo. Come fare la scelta giusta ed evitare brutte sorprese?

Il primo passo da fare è rivolgersi a un professionista del settore, società di noleggio o agenzie di charter. Non sono tutti uguali i professionisti che operano in questo mercato. Ecco allora una panoramica degli operatori charter in cui potete imbattervi, ognuno con i suoi pregi e i suoi difetti.

Leggi anche: Ecco le nuove regole per i natanti presi a noleggio

Le grandi compagnie con basi in tutto il mondo

Tra i professionisti del charter ci sono le grandi compagnie che pur avendo il quartier generale in un paese, in realtà possono contare su basi nautiche distribuite in ogni parte del mondo: Mediterraneo, Caraibi, Polinesia, Thailandia, etc. Tra i loro punti di forza ci sono innanzitutto le grandi flotte di barche con modelli spesso recentissimi per la gran parte di proprietà. Alcuni scafi invece sono di armatori privati che gliele affidano in gestione, ma per il cliente cambia poco. In generale infatti ogni barca risponde a uno standard preciso per quanto riguarda lo stato, l’efficienza, le dotazioni e le attrezzature. Tutte vengono tenute in ordine, pulite e curate in ogni dettaglio dal team locale della compagnia.

Altro vantaggio di questa scelta sono i contratti di noleggio standardizzati, a prescindere dalla tipologia di barca, dalla destinazione o dal periodo del noleggio: costi, regolamenti, clausole, assicurazioni, penali, tutto è scritto e chiaro senza incognite. Inoltre i clienti hanno un solo referente e la possibilità di avere alcuni servizi opzionali durante la vacanza. Un punto a loro sfavore invece può essere la scarsa flessibilità nelle date di noleggio e la scarsa possibilità di personalizzare la crociera.

Le società di noleggio locali

Un altro tipo di operatori charter sono le grandi compagnie specializzate in precise aree di navigazione: può essere l’Italia o la Francia, le isole Baleari o la Croazia, la Grecia o la Turchia. In genere offrono un servizio personalizzato, una buona qualità delle barche e in certi casi offrono due possibilità di prezzo: quello per i cabinati più recenti oppure a un prezzo inferiore quelli più vecchi. In molti casi hanno più basi concentrate nell’area di navigazione e soprattutto sono veloci ed efficienti nell’eventualità di interventi di emergenza. Magari hanno una lista ridotta di optional a bordo, ma in compenso possono fornire agli equipaggi in vacanza indicazioni utili e precise su dove andare, dove mangiare e cosa comprare.

Charter

I comparatori on line: comodi e gratuiti

I portali di prenotazione on-line per le barche in charter, detti anche “comparatori”, sono in decisa crescita e nel giro di pochi anni hanno conquistato una fetta significativa del mercato. Sono in realtà aggregatori delle offerte di tutti gli operatori che facilitano la ricerca come accade in altri ambiti, come quello turistico, alberghiero, auto, voli aerei. Il grande vantaggio che si ha con questo tipo di portali è il fatto che si possono comparare un numero elevatissimo di barche in un attimo e scegliere quelle con il prezzo migliore o le migliori condizioni. In genere sono le stesse società di charter, partner dei comparatori che inviano il preventivo al cliente attraverso il portale. Una volta ricevuta la quotazione, in meno di 24h, si può anche interagire con la società grazie a un servizio di messaggistica online.

Se poi è la prima volta che si decide di fare una vacanza per mare, si può sempre contare sul sopporto di esperti dei comparatori pronti ad aiutare i clienti nella ricerca dell’imbarcazione adatta. Il costo dei portali di prenotazione su un charter è di solito gratuito. Altro vantaggio è quello di avere una visione globale sull’offerta di una determinata zona di navigazione e di trovare anche delle destinazioni insolite o delle offerte speciali.

Charter

I Boat Club, il noleggio è solo dei soci

Quella dei Boat Club è una nuova formula che per il momento in Europa non è molto conosciuta, ma negli Stati Uniti sta già riscuotendo un certo successo. Il principio è quello di avere a disposizione una flotta di barche da condividere, ma unicamente tra i membri di un circolo esclusivo: si paga una tassa di entrata nel club e un abbonamento che dà accesso a un determinato numero di ore di locazione tutto compreso (carburante, pulizia, accessori). La barca scelta, se disponibile, si può noleggiare anche solo per un pomeriggio e non solo a giornata o a settimana.

Charter

Le agenzie esclusive: barche da vip, di lusso o da regata

Sul mercato del charter esistono infine agenzie esclusive sia per l’offerta di itinerari originali e zone di navigazione inconsueti, sia per la tipologia di barca. Piuttosto gettonate tra queste sono per esempio quelle che fanno base in territori remoti e selvaggi come Usuhaia, nel Sud della Patagonia, un ottimo scalo per ammirare ghiacciai, navigare vicino Capo Horn oppure raggiungere attraverso lo Stretto di Drake la penisola antartica. Stessa particolarità riguarda le barche in noleggio: possono essere scafi appartenuti a personaggi famosi oppure barche che hanno una storia sportiva di successo o ancora barche custom, uniche al mondo.

David Ingiosi

Appassionato di vela e sport acquatici, esperto di diporto nautico, ha una lunga esperienza come redattore, reporter e direttore di testate nazionali e internazionali dove si è occupato di tutte le classi veliche, dalle piccole derive ai trimarani oceanici, compresi tutti i watersports.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.