Buon vento Vespucci! Tutte le tappe del giro del mondo

Oltre 30 porti in 28 Paesi toccando i cinque continenti del globo. Questo il piano di rotta del giro del mondo dell’Amerigo Vespucci che è partita per il giro del mondo che durerà un anno e mezzo.

In occasione di The Ocean Race Gran Finale, il giro del mondo a vela in tappe, è salpata da Genova l’Amerigo Vespucci che con i suoi 92 anni è l’unità navale italiana più anziana in servizio. Ma anche la nave più bella del mondo come è stata definita dalla portaerei USS Independence (CVA-62) durante il memorabile incrocio nel Mediterraneo del 1962. Il veliero toccherà i cinque continenti del globo, oltre 30 porti in 28 Paesi.

Una suggestiva cerimonia ha accompagnato sabato 1°luglio l’evento che ha dato il via al giro del mondo di 20 mesi dell’Amerigo Vespucci. L’Amerigo Vespucci è stata salutata dalle Frecce Tricolori, da due F35 dell’Aviazione navale, dalla Nave Goletta Palinuro, dalla flotta di The Ocean Race e da decine di barche. Tra cui il multiscafo di Andrea Stella “Lo Spirito di Stella”, il primo catamarano progettato per persone con disabilità che seguirà la circumnavigazione del globo sulla scia della Vespucci.

Leggi anche: Canapa e nautica: dai cordami dei velieri agli scafi “green”

Vespucci

A bordo i cadetti dell’Accademia Navale

Nave Scuola Amerigo Vespucci farà il suo secondo giro del mondo circa vent’anni dopo il primo tour mondiale che si svolse da maggio 2002 a settembre 2003. L’incantevole veliero è lungo 101 m e fu varato il 22 febbraio 1931 a Castellammare di Stabia; la nave ha tre alberi verticali (trinchetto, maestra e mezzana) tutti dotati di pennoni e vele quadre, più il bompresso sporgente a prora, a tutti gli effetti un quarto albero.

A bordo ci sono circa 400 persone, tra cui gli allievi ufficiali della I classe dell’Accademia Navale di Livorno che riceveranno nel corso della campagna addestrativa estiva il loro battesimo del mare. Durante il giro del mondo il Vespucci porterà per il mondo i valori della storia e della cultura nazionale. Nonché l’eccellenza produttiva italiana, a sostegno dell’importanza del tema della marittimità per lo sviluppo globale.

Vespucci

Dall’Asia, alle America, dall’Africa alla Polinesia

La prima tappa dell’Amerigo Vespucci è prevista a Marsiglia (4-7 luglio), poi sarà la volta di Las Palmas, Dakar, Praia, Santo Domingo, Cartagena, Port of Spain, Fortaleza, Rio de Janeiro, Montevideo, Buenos Aires dove la nave si fermerà da novembre ad aprile. Successivamente la Nave Scuola Amerigo Vespucci si fermerà a Ushuaia (Argentina), Punta Arenas (Cile), Valparaiso (Cile), Callao (Perù), Guayaquil (Ecuador), Balboa (Panama), Acapulco, Los Angeles,. Poi ancora Honolulu per poi toccare Tokio, Manila (Filippine), Darwin, Jakarta (Indonesia), Singapore, Mumbai, Karachi (Pakistan), Doha (Qatar), Abu Dhabi, Muscat (Oman), Safaga (Egitto), Larnaca (Cipro).

Il giro del mondo terminerà l’11 febbraio del 2025 quando il Vespucci tornerà a casa nel porto di La Spezia.

David Ingiosi

Appassionato di vela e sport acquatici, esperto di diporto nautico, ha una lunga esperienza come redattore, reporter e direttore di testate nazionali e internazionali dove si è occupato di tutte le classi veliche, dalle piccole derive ai trimarani oceanici, compresi tutti i watersports.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.