A Bologna a ottobre va in mostra la piccola nautica

Dal 21 al 29 ottobre torna al quartiere fieristico di Bologna la quarta edizione del Salone Nautico Internazionale dove saranno esposte piccole barche, natanti e gommoni con la presenza di 180 brand.

La città di Bologna  mette in mostra la piccola nautica con un salone ad hoc. Nei grandi saloni nautici che hanno finora celebrato la nuova stagione, da Cannes a Genova, gli appassionati hanno potuto constatare l’ottimo stato di salute del settore con dati super positivi in termini di crescita di fatturato, occupazione e rilancio sulla scia della rivoluzione “green”. Quello che è mancato però in termini di esposizione è stato il filone della piccola nautica, le barche sotto i 10 metri per esempio, i cosiddetti “natanti” non soggetti a immatricolazione, tra cui anche i gommoni, i gozzi, le derive a vela.

Si tratta di una categoria un po’ snobbata a livello di mercato, ma che costituisce da sempre una parte importante per la comunità di appassionati che magari proprio su queste barche innescano la propria di navigare e vivere il mare.

Leggi anche: La Romagna forma gratis tecnici di progettazione per la nautica

Salone Bologna

Oltre 20.000 metri di esposizione e 180 brand in mostra

Una bella occasione di riscatto può essere allora il Salone Nautico Internazionale di Bologna che apre le porte da 21 al 29 ottobre. Giunta alla quarta edizione e organizzata da Snidi-Saloni Nautici Internazionali d’Italia in collaborazione con BolognaFiere, l’esposizione si sviluppa su due padiglioni per circa 20.000 metri quadrati (lo scorso anno erano 18 mila) e metterà in vetrina i più importanti brand della piccola e media nautica da diporto: yachts, gommoni, gozzi, motoscafi, con oltre 60 espositori in rappresentanza di 180 brand.

Barche e yachts insieme ad auto e moto d’epoca

Grazie a un accordo quadro tra BolognaFiere e Snidi al fine di garantire lo sviluppo e il successo della manifestazione, il Salone Nautico Internazionale di Bologna si svolgerà in concomitanza con la Fiera delle Auto e delle Moto d’Epoca (26-29 ottobre), visitabili entrambi con un solo biglietto. “Il mare non c’è a Bologna, ma è molto vicino al confine di casa, in realtà siamo circondati dal mare – spiega Gianpiero Calzolari, presidente Bologna Fiere Spa – e credo che l’intuizione felice degli organizzatori sia stata quella di individuare una città dove ci sia una dimensione economica, un interesse e un’offerta fieristica baricentrici rispetto al Paese. Abbiamo fatto l’incontro con imprenditori di un distretto vivace e i numeri del comparto sono molto interessanti”.

“Bologna è stata una scelta felice – conferma il presidente di Snidi Gennaro Amato – è stata voluta per la sua posizione, ha un quartiere fieristico importante, la città accoglie molto bene il turista. La quarta edizione avrà anche una spinta maggiore grazie al salone di auto d’epoca per la visibilità che potrà portare”. La scorsa edizione ha avuto buoni risultati dal punto di vista del fatturato – conclude Amato – ci aspettiamo qualcosa di più in termini di curiosi che verranno a vedere le nostre barche”.

David Ingiosi

Appassionato di vela e sport acquatici, esperto di diporto nautico, ha una lunga esperienza come redattore, reporter e direttore di testate nazionali e internazionali dove si è occupato di tutte le classi veliche, dalle piccole derive ai trimarani oceanici, compresi tutti i watersports.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.