37° America’s Cup: anche Malaga si candida ad ospitarla

La città spagnola di Malaga si candida per ospitare la prossima America’s Cup. Offre condizioni meteo ideali e posizione strategica nel Mediterraneo. Si decide entro il 31 marzo.

Malaga sede dell’America’s Cup? Ospitare la 37°  fa gola a molte città e negli ultimi mesi è scattata la corsa delle possibili candidature di luoghi interessati a far parte di questo prestigioso evento. In questa corsa ora si inserisce anche la città spagnola di Malaga. Il sindaco della città, Francisco de la Torre, ha confermato nei giorni scorsi che Malaga ha presentato la sua candidatura ufficiale; e già dal mese di ottobre sono stati portati avanti degli studi di fattibilità analizzando anche le città che in passato hanno ospitato la competizione.

Situata in Andalusia, quasi all’estremo Ovest della Spagna, di fronte all’Africa, Malaga è una pretendente suggestiva per l’Americas’ Cup in virtù di molti aspetti. Le condizioni meteo sono perfette, con vento termico intenso presente nei mesi caldi che non alza molta onda, ideale per le regate con gli AC 75.

Leggi anche: 37° America’s Cup e il balletto di annunci di American Magic

America's Cup Malaga

Malaga: meteo ideale e posizione strategica

Lo stesso De la Torre sostiene che i campioni in carica Emirates Team New Zealand sono molto interessati ad ospitare la prossima edizione dell’America’s Cup in città, facendo riferimento “alla combinazione di posizione strategica, clima, regime dei venti, cultura e storia, infrastrutture, connettività, qualità e capacità alberghiera”. Il primo cittadino è fiducioso che le squadre sarebbero in grado di soggiornare a Malaga, con un piccolo adattamento alla zona del porto che ospiterebbe le basi del team. De la Torre ha comunque sottolineato che si dovrebbero cercare sponsorizzazioni private per ridurre la dipendenza dai fondi pubblici.

Per quanto riguarda la Spagna, la candidatura di Malaga si aggiunge così a quelle precedenti di Valencia, che però è stata ritirata a settembre dopo la rottura di una coalizione tripartita; e di Barcellona ancora indecisa se entrare o meno nella corsa. Quanto invece alle altre città candidate ufficiali a ospitare la 37° America’s Cup ci sono Cork in Irlanda, Jeddah in Arabia Saudita e naturalmente Auckland in Nuova Zelanda.

La sede definitiva e le date dell’evento dovrebbero essere confermate dagli organizzatori entro il 31 marzo. Staremo a vedere chi vince questa sfida nella sfida.

David Ingiosi

Appassionato di vela e sport acquatici, esperto di diporto nautico, ha una lunga esperienza come redattore, reporter e direttore di testate nazionali e internazionali dove si è occupato di tutte le classi veliche, dalle piccole derive ai trimarani oceanici, compresi tutti i watersports.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.