Verricello Smart: ancoraggi sicuri e senza sforzo

Disponibile nelle motorizzazioni da 500 e 700 W, il salpancoraItalwinch Smart è un verricello ad asse verticale affidabile e resistente che si distingue per le alte prestazioni, il design ergonomico e i materiali di qualità che lo rendono uno dei dispositivi più appetibili nella sua fascia di prezzo.

Il verricello salpancora è un dispositivo che agevola la vita di bordo permettendo di dare fondo all’ancora e recuperarla dopo un ormeggio senza sforzi. Chi va per mare, è risaputo, non disdegna l’esercizio fisico e i lavori manuali. A volte tuttavia i carichi in gioco a bordo degli yacht, soprattutto quelli più grandi, sono tali da imporre attrezzature in grado di fare il lavoro sporco, soprattutto quando si parla di ancoraggio. Su barche oltre i 6 metri di lunghezza, dove il peso dell’ancora e della catena cominciano a essere importanti, non si può fare a meno nella zona prodiera di un potente salpancora.

Tra i prodotti offerti dal mercato spicca il salpancora Italwinch Smart 700W, un verricello che unisce ottime prestazioni a un corpo compatto e dal design ergonomico, ideale per chi desidera un prodotto affidabile, durevole e soprattutto a un prezzo ragionevole.

Ancoraggio

Verricello verticale: poco ingombro e lavoro ottimale

Il primo punto di forza del salpancora Italwinch Smart 700W è l’angolo di lavoro. Si tratta infatti di un verricello ad asse verticale che lavorando con un angolo di 180 gradi permette di ridurre gli sforzi del sistema di ancoraggio, inoltre le sollecitazioni vengono ben distribuite su tutto l’asse del salpancora. Altrettanto importante è il fatto che la catena, scorrendo poggiata sul musone di prua, non forma angoli strani con la campana permettendo così un lavoro ottimale del verricello.

Oltre a queste caratteristiche tecniche, il salpancora verticale Italwinch Smart 700W presenta un corpo compatto, che può essere inserito in coperta dove ha una sporgenza ridotta con il gruppo motore e l’asse posizionati sottocoperta in posizione orizzontale, quindi necessita di gavoni poco profondi e riduce gli ingombri di bordo. Anche il peso è contenuto ad appena 8,5 chilogrammi

Italwinch Smart

Motorizzazione da 500 o 700 W

Da segnalare anche i materiali ricercati e la potenza di questo modello. L’unità esterna è costruita infatti in acciaio Inox AISI 316L, il migliore sul mercato in fatto di attrezzature nautiche che non teme corrosione, resiste al salino e non teme lavori a pieno carico, anche ripetuti. Il “cuore” del salpancora Italwinch Smart 700W è costituito invece da un motore elettrico di 700 W che garantisce una capacità di tiro fino a 300 chilogrammi, un carico di lavoro fino a 100 chilogrammi, una velocità di recupero di 25m/min ed ha un corpo stagno classificato IP67 che resiste a spruzzi e immersioni anche prolungate. Il consumo medio è di 90 ampére. La motorizzazione è disponibile anche nella versione 500 W (con capacità di tiro max 270 kg e carico di lavoro max 90 kg).

Italwinch

Tendicima e sensore contametri integrati

Il barbotin, realizzato in ottone cromato, può raccogliere sia cima (anche da 12 mm e 3 legnoli) che catena (da 6, 7 o 8 millimetri) ed è provvisto del sistema tendicima. L’Italwinch Smart 700W viene fornito infine con il sensore contametri già integrato.

Perfettamente compatibile con il sistema Lofrans X0 – X1, lo Smart 700 di Italwinch nella sua confezione contiene il manuale tecnico, il salpa ancora completo di motoriduttore, la cassetta teleruttori/teleinvertitori, la dima di foratura, la leva e la viteria completa.

Insomma lo Smart 700 di Italwinch è un salpancora altamente performante con caratteristiche uniche nella sua fascia di prezzo e rappresenta la soluzione ideale per quei diportisti alla ricerca di un dispositivo compatto, affidabile, durevole e dal design ricercato. Buoni ancoraggi a tutti!

Avatar
David Ingiosi

Appassionato di vela e sport acquatici, esperto di diporto nautico, ha una lunga esperienza come redattore e reporter per testate nazionali e internazionali dove si è occupato di tutte le classi veliche, dalle piccole derive ai trimarani oceanici

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.