Nasce la RoundItaly il giro d’Italia a vela senza scalo

Lo Yacht Club Italiano e la Società Velica Barcola Grignano hanno lanciato la sfida della più lunga regata non-stop del Mediterraneo. Si chiama Rounditaly e partirà da genova il 16 settembre per raggiungere Trieste dopo 1.100 miglia di navigazione.

Da tempo nella comunità dei velisti italiani si parlava della necessità di un nuovo giro d’Italia a vela. Oggi finalmente quel progetto è diventato realtà. Si chiama RoundItaly ed è una nuova regata d’altura di 1.100 miglia senza scalo da Genova a Trieste che partirà il prossimo 16 settembre. L’evento è nato dalla collaborazione tra Yacht Club Italiano e Società velica Barcola e Grignano e col supporto di Confindustria Nautica e la Federazione italiana della Vela. Di fatto sarà la più lunga regata non-stop del Mediterraneo.

RoundItaly

Una formula di regata semplice e spettacolare

Semplice nella formula, Rounditaly si annuncia una regata avvincente e agguerrita: 1.130 miglia di navigazione lungo le coste italiane, con un unico e spettacolare passaggio obbligato nello Stretto di Messina. Anche dal punto di vista tattico. Il Mediterraneo infatti in autunno è un mare davvero interessante. Il tempo diventa imprevedibile e può trasformare la regata in una corsa entusiasmante, soprattutto ipotizzando le condizioni perfette di una lunga discesa lungo il Tirreno con venti occidentali e una risalita dell’Adriatico con i frequenti venti dai quadranti meridionali, il tutto con aggiunta la complessità del passaggio obbligato nello Stretto di Messina e quell’infinità di scelte tattiche che una navigazione di questo genere comporta. Il tempo di percorrenza del primo classificato della Rounditaly inoltre sarà considerato come tempo fissato per il record lungo la rotta Genova – Trieste, che idealmente unirà anche i cantieri del Gruppo navalmeccanico della sponda tirrenica e adriatica.

RoundItaly

Due capitali del mare che si uniscono nella vela

Rounditaly partirà il 16 settembre 2021 da Genova in occasione dell’inaugurazione del Salone Nautico, per raggiungere il Capoluogo Giuliano nei giorni della Barcolana (in programma il 10 ottobre) e concludersi di fronte a Piazza dell’Unità d’Italia sulla stessa linea di arrivo della regata più grande del mondo. Genova e Trieste dunque, due capitali del mare, si uniscono nel nobile intento di promuovere e sviluppare i progetti legati alla vela d’altura in Italia. Le iscrizioni saranno aperte a breve, ed è già consolidato l’interesse di una serie di armatori della Class40.

“Nasce una nuova, grande regata – ha commentato il Presidente della Società Velica di Barcola e Grignano, Mitja Gialuz – e nasce nel segno della partnership tra SVBG, YCI e Confindustria Nautica. La genesi di questo evento è unica: lo scorso anno abbiamo pensato di unire Genova e Trieste, SVBG e YCI, Salone Nautico e Barcolana con una regata virtuale alla quale hanno partecipato oltre 21mila e-sailors da tutto il mondo. Questa rotta era così affascinante e la sfida così interessante dal punto di vista sportivo che abbiamo voluto portarla dal mondo virtuale a quello reale. Si tratta di una delle nuove rotte che Barcolana percorrerà quest’anno, ideata assieme allo Yacht Club Italiano nel segno di una collaborazione che ci onora, e della volontà di fare squadra per accrescere la cultura e sviluppare i progetti di vela offshore in Italia”.

 

Avatar
David Ingiosi

Appassionato di vela e sport acquatici, esperto di diporto nautico, ha una lunga esperienza come redattore e reporter per testate nazionali e internazionali dove si è occupato di tutte le classi veliche, dalle piccole derive ai trimarani oceanici

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.