Il viaggio di Rumiz verso Lepanto: un racconto di terra e mare

Si intitola “La rotta per Lepanto” l’ultimo libro pubblicato dal giornalista e scrittore Paolo Rumiz ed è un interessante reportage di navigazione in barca a vela lungo un percorso di oltre 900 miglia da Venezia al Golfo di Patrasso, in Grecia.

I viaggi in barca possono essere un ottimo strumento per immergersi nel tempo e indagare le origini della storia. Lo sa bene Paolo Rumiz, giornalista e scrittore di viaggio tra i più profondi e sensibili del nostro Paese, che di recente ha pubblicato il suo ultimo lavoro narrativo. Si intitola “La rotta per Lepanto” (Bottega Errante Edizioni, 145 pagine, 16 euro) ed è un interessante reportage di navigazione in barca a vela lungo un percorso di oltre 900 miglia da Venezia al Golfo di Patrasso, in Grecia.

Una discesa lungo costa che in realtà è un viaggio nella storia, in particolare sulle tracce della Serenissima. Tra le baie dell’Adriatico e le vecchie osterie emergono così storie di popoli come i Morlacchi, i Turchi e gli Slavi, così come di terre balcaniche, recentemente segnate da conflitti del Novecento. E poi ci sono i luoghi: Venezia, gli Arsenali, Parenzo, Pola, il Quarnaro, Lussino, Ragusa, le Bocche di Cattaro, Corfù, posti carichi di bellezza, di colori e sapori forti. Un reportage da un mare che guarda a Est, ma che a specchio racconta chi siamo stati, la nostra origine, il senso profondo di un’Europa fatta di genti diverse.

Incontri e scoperte: tra cultura e memoria

La scelta di Lepanto come meta finale non è casuale: simbolo di uno scontro storico ma anche di dialogo continuo, questo luogo evoca una linea di confine che ha sempre diviso ma anche unito le civiltà del Mediterraneo. Le pagine del volume sono allora un invito a non dimenticare le lezioni della storia, sottolineando quanto sia essenziale mantenere vivo il dialogo tra culture diverse.

Insomma con “La rotta per Lepanto”, Paolo Rumiz ci offre ancora una volta una finestra su mondi lontani ma incredibilmente vicini, sottolineando il potere del viaggio come strumento di conoscenza e comprensione reciproca. Un libro da non perdere per chi ama la storia, i viaggi e le profonde riflessioni culturali.

David Ingiosi

Appassionato di vela e sport acquatici, esperto di diporto nautico, ha una lunga esperienza come redattore, reporter e direttore di testate nazionali e internazionali dove si è occupato di tutte le classi veliche, dalle piccole derive ai trimarani oceanici, compresi tutti i watersports.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.