Design nautico: metti un garage nella poppa della barca

Tra le ultime tendenze in fatto di design nautico, c’è il garage di poppa allestito sulle barche a vela dai 50 piedi in su. Uno spazio tecnico e funzionale, completamente innovativo, dove stivare attrezzature, giochi acquatici, accessori galleggianti, ma soprattutto il battello di servizio. 

I cabinati a vela moderni hanno subito una grande evoluzione in termini di design negli ultimi anni. Basta dare un’occhiata nelle banchine dei porti o fare una panoramica dei cataloghi dei vari cantieri e studi progettuali per rendersi conto di quanto le barche a vela di oggi sono sempre più spaziose, con volumi maggiori e soluzioni ergonomiche che valorizzano al massimo gli spazi vivibili e funzionali di bordo.

Una tendenza che permette tra le altre cose di contenere gli ingombri e creare aree utili a bordo là dove un tempo ciò non era possibile. Anche se l’aspirazione del diportista medio è sempre quella di avere uno yacht più grande, in realtà oggi anche su cabinati a vela di medie dimensioni è possibile godersi comfort e comodità, dato che anche questi modelli ormai offrono volumi generosi, funzionali e tecnologici, sia all’interno che in coperta.

Garage poppa

Garage di poppa: uno spazio multifunzione

Tra le soluzioni di design più innovative e apprezzate dai diportisti negli ultimi anni c’è per esempio il garage di poppa. Oggi sempre più barche dai 50 piedi in su prevedono questo spazio tecnico allestito dietro la plancetta di poppa abbattibile. Come viene impiegato? Per stivare attrezzature nautiche e sportive, giochi d’acqua da utilizzare nelle soste in rade, moto d’acqua con relativi accessori galleggianti, ma soprattutto per alloggiare il tender, ossia il battello di servizio della barca che può essere anche di grandi dimensioni e che proprio dal garage di poppa rimane sempre pronto all’uso, per aiutare in una manovra, fare un’escursione o accompagnare gli ospiti a terra.

Garage poppa

Una soluzione che piace ai velisti “stanziali”

Tra i moderni cruiser che propongono il garage di poppa ci sono per esempio l’Oceanis Yacht 54, ma anche l’Hanse 575, il Jeanneau 57 o l’Hallberg-Rassy 64, solo per citarne alcuni. Spesso questo nuovo spazio allestito nella poppa dei cabinati a vela moderni è frutto non solo del nuovo approccio “stanziale” con il quale i velisti vivono oggi le proprie barche, ma soprattutto dei cambiamenti e tendenze nelle forme dello yacht, come per esempio la predilezione per la poppa squadrata che in questi anni va senza dubbio per la maggiore e permette di sfruttare al meglio uno spazio che in passato è stato spesso sottovalutato.

C’è da sottolineare anche che proprio grazie alle dimensioni sempre più generose dei garage di poppa dei moderni cabinati, anche i relativi battelli di servizio che vengono scelti dagli armatori risultano sempre più grandi visto che si sfrutta la comodità di poterlo stivare senza dover ogni volta sgonfiarlo, smontarne il fuoribordo o addirittura portarlo al rimorchio durante la navigazione.

 

 

David Ingiosi

Appassionato di vela e sport acquatici, esperto di diporto nautico, ha una lunga esperienza come redattore e reporter per testate nazionali e internazionali dove si è occupato di tutte le classi veliche, dalle piccole derive ai trimarani oceanici

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.