Come scattare foto stupende a bordo con lo smartphone

Oggi gli smartphone di ultima generazione possono essere una valida alternativa alle fotocamere digitali da portare a bordo: leggeri, compatti ed estremamente versatili. Quindi, prima di iniziare la vostra prossima avventura in mare, provate a esercitarvi e conoscere tutte le loro funzioni. Potreste essere sorpresi dalle immagini di alta qualità che riuscirete a produrre.

Lo strumento perfetto per documentare le vostre avventure quando andate in barca in crociera ce l’avete già in tasca. È il vostro smartphone che vi permette di avere a portata di mano una potente fotocamera e vari strumenti di editing. Naturalmente scattare fotografie è solo una delle funzioni utili a bordo di una barca per uno smartphone. Oltre infatti a effettuare chiamate, inviare messaggi di testo, inviare e-mail e tracciare le ultime tendenze sui social media, come diportisti potete usare il vostro smartphone per navigare, controllare le destinazioni e il meteo, pianificare itinerari, controllare gli ormeggi e persino prenotare la cena prima di arrivare in porto.

L’opzione fotografica degli smartphone in ogni caso è una delle più utilizzate a terra come a bordo. Scattare belle foto in barca tuttavia non è proprio semplice con i vari movimenti dello scafo, la luce dura fuori e quella debole sottocoperta, per non parlare dell’orizzonte che non ne vuole sapere di stare dritto. Ecco allora alcuni suggerimenti e trucchi per sfruttare al massimo la fotocamera dei nostri smartphone durante le vostre crociere.

Foto super istantanee

In molti casi è necessario agire rapidamente per ottenere una buona foto: non c’è tempo per inserire codici di sblocco o scansioni di impronte digitali sul telefono. Per accedere istantaneamente alla fotocamera dell’Iphone senza dover sbloccare il telefono si può scorrere verso sinistra sulla schermata iniziale e l’applicazione per fotocamera completa è pronta per l’uso. I telefoni Android utilizzano uno strumento di avvio rapido delle app che realizza la stessa attivazione immediata della videocamera.

Perché impostare il Flash automatico

Nell’app fotocamera dell’iPhone in alto a sinistra vedrete un’icona a forma di lampo. Toccatela per visualizzare le opzioni del sottomenu flash: auto, on e off. Vi consiglio di lasciare il flash impostato su auto. In questa impostazione il flash si attiva quando il software determina la necessità di luce aggiuntiva, che, per un diportista, potrebbe non essere frequente. La maggior parte delle immagini in navigazione vengono girate infatti con una luce luminosa abbastanza forte, quindi perché utilizzare il flash? Ecco alcuni motivi: le foto scattate in cabina all’alba o al tramonto, o i ritratti scattati con il sole o le luci dietro il soggetto, potrebbero richiedere il flash “riempimento”.

Con il soggetto che guarda direttamente verso il sole, potrebbe essere necessario il flash per evitare gli occhi rossi. Tenere il flash acceso o impostato su auto può anche eliminare ombre profonde, spesso poco attraenti.

I prodigi dell’High Dynamic Range (HDR)

HDR sta per “high dynamic range”, uno strumento che propone una serie di immagini con esposizioni diverse. In breve, le esposizioni vanno dal più scuro al più chiaro. L’HDR offre maggiori dettagli, un’immagine più realistica e un contrasto meglio definito tra ombre, mezzitoni e luci. Per ottenere i risultati migliori usate l’HDR quando fotografate paesaggi marini. Non utilizzare l’HDR sotto il sole molto luminoso, se state navigando velocemente o se avete bisogno di una serie di immagini rapide e successive. Si noti inoltre che il flash si spegne automaticamente quando si usa HDR. La scarsa luce può essere una sfida per molte fotocamere smartphone, ma di solito svolgono un lavoro eccezionale in pieno giorno.

Sfruttare la modalità Selfie

Volete farvi un selfie ma non avete un selfie stick o volete catturare un perfetto scatto di gruppo? Nessun problema. Toccate l’icona circolare simile a un orologio e seleziona un ritardo di 3 o 10 secondi. Posizionate il dispositivo su una superficie che lo manterrà in posizione, componete l’immagine e premete il tasto scatto. Vedrete il conto alla rovescia del flash per ogni secondo e, appena prima di esporre il flash, cliccate e accendete rapidamente fino allo scatto dell’otturatore. Fatto!

Utilizzate le funzioni aggiuntive

Gli smartphone e i tablet offrono una varietà di funzioni che consentono di espandere l’utilizzo della fotocamera. L’iPhone ne elenca diversi nella parte inferiore dello schermo all’interno dell’applicazione fotocamera: time-lapse, slo-mo, video, foto, quadrato e panoramica. I tablet non possono includere tutte queste funzioni, mentre su alcuni modelli Android, troverete queste opzioni nel sottomenu della fotografia.

Time-Lapse: con questa opzione la frequenza di fotogrammi consiste in una serie di singole foto scattate a una velocità più lenta del normale video. Quando il video viene riprodotto, il tempo sembra muoversi più velocemente. Utilizzate il time-lapse per accorciare una lunga sequenza o catturare un evento come l’attracco di una barca a vela.

Slo-Mo: questo strumento rallenta sostanzialmente il movimento del soggetto. Potete usarlo per riprendere l’avvolgimento di un verricello, o durante le virate o le strambate.

Video: luci, fotocamera, azione! Usate il video per documentare le vostre migliori e peggiori esperienze di navigazione: i delfini che nuotano lungo la prua, i membri dell’equipaggio alle manovre oppure che nuotano o si godono la navigazione.

Modalità Foto: questo è lo standard della fotografia. Le proporzioni 4 a 3 consentono di copiare, modificare, pubblicare e inviare per e-mail le foto scattate in questa modalità.

Modalità Quadrato: la modalità quadrata funziona allo stesso modo della modalità foto, tranne per il fatto che le proporzioni (normalmente da 4 a 3) e la forma dell’immagine non sono più rettangolari, ma quadrate (1 a 1).

Pano: la funzione panoramica è un po’ complicata da utilizzare su una barca in movimento, poiché richiede di ruotare il telefono mantenendolo a livello. In questa modalità la fotocamera scatta una serie di immagini sequenziali che vengono cucite insieme tramite una funzione software. Una volta salvata, una foto panoramica può essere condivisa allo stesso modo di qualsiasi altra immagine. Questa modalità dell’immagine è ideale per i paesaggi, per fotografare la vostra barca mentre è in banchina o all’ormeggio e per quasi tutti gli oggetti o soggetti “lunghi”. Quando si scatta la foto è necessario essere consapevoli della velocità di tracciamento, del movimento verso sinistra o destra e del movimento della telecamera verso l’alto o verso il basso, tutto non proprio facile su una barca a vela in movimento.

Un altro vantaggio che gli smartphone hanno rispetto alle fotocamere tradizionali è la possibilità di inviare e-mail o messaggi con le foto ai propri amici e familiari oppure quando siete ancorati in un posto nuovo, potete facilmente condividere le vostre foto sui social media.

Messa a fuoco, Esposizione, Zoom e altro

La maggior parte degli smartphone ha un’opzione di messa a fuoco automatica/esposizione automatica (AF/AE). Basta toccare lo schermo con il dito (per circa 3 secondi) sulla zona in cui desiderate mettere a fuoco e vedrete l’icona AF/AE che significa che ora siete fissati sull’area toccata. È possibile rimuovere l’AF/AE toccando rapidamente lo schermo. Quando si attiva la fotocamera, si noterà che un quadratino giallo o blu appare sullo schermo, quindi vedrete un’icona a forma di sole e una linea verticale. Trascinando l’icona del sole su o giù lungo la linea cambierà l’esposizione complessiva. Lungo la parte inferiore della cornice della videocamera è possibile ingrandire o rimpicciolire quando si utilizzano la maggior parte delle opzioni della fotocamera. Scorrete lo schermo verso l’esterno per ingrandire o verso l’interno per rimpicciolire. Oppure, sullo schermo, utilizzare l’indice per trascinare il cerchio dello zoom lungo la linea dello zoom. Su un telefono Android i controlli del volume possono attivare la funzione di zoom.

Editing: migliorate le vostre foto

Ok, avete scattato la vostra stupenda foto e l’avete salvata nella memoria della fotocamera, ma ora avete bisogno di un po’ di lavoro di fotoritocco. Nessun problema. La maggior parte degli smartphone ha una vasta gamma di strumenti di editing. Andate alla vostra galleria (l’app Foto su un iPhone), selezionate un’immagine e toccate l’icona che appare come tre linee orizzontali con punti su di esse (su piattaforme Android, toccate l’icona di modifica). Lungo la parte inferiore del frame, vedrete tre icone. La prima (frecce e una cornice) consente di ridimensionare, ritagliare o regolare l’angolo di qualsiasi immagine. L’icona successiva (tre cerchi) consente di selezionare i filtri tra cui monocromatico, noir, dissolvenza, bianco e nero e altri.

Se non vi piace la modifica, toccate “ripristina” e tornate al punto di partenza. L’ultima opzione (un cerchio con un quadrante e punti) fornisce funzionalità di modifica che consente di modificare l’illuminazione generale, il colore, rimuovere il colore e convertire l’immagine in scala di grigi. L’ultima funzione ha vari sottomenu che forniscono strumenti di modifica avanzati e funzioni di modifica più sofisticate.

Pubblicazione e condivisione

Selezionate il vostro video o immagine dalla vostra galleria, fate clic sul rettangolo con la freccia rivolta verso l’alto (una V laterale sui telefoni Android), selezionate il tipo di media con cui intendi condividere e via. Un’ultima nota: potete inviare la vostra foto o il video come immagine di dimensioni piccole, medie, grandi o reali. La dimensione dell’immagine determinerà quanto tempo impiegherà il trasferimento, quindi tenete presente che potrebbe essere necessaria una connessione Wi-Fi, piuttosto che una rete cellulare 3G o 4G, per inviare file di grandi dimensioni.

La maggior parte degli smartphone e dei tablet consente di scegliere la dimensione dell’immagine che si prevede di inviare per posta elettronica o pubblicare. L’opzione di dimensioni ridotte verrà caricata più velocemente dell’opzione di dimensioni reali, ma i file più piccoli non verranno riprodotti così come i file più grandi per la stampa di copie cartacee di una foto.

Proteggete lo smartphone da spruzzi e cadute

I diportisti vivono sul bagnato e per il vostro telefono la barca non è un buon ambiente. Prima di salire a bordo, procuratevi uno dei tanti case o impermeabili o custodie stagne disponibili oggi sul mercato. La maggior parte degli smartphone, tablet e altri dispositivi mobili inoltre si surriscaldano facilmente quando vengono lasciati al sole diretto. Una volta surriscaldato, il dispositivo si spegnerà e sarà necessario consentire al dispositivo di raffreddarsi prima di poterlo riaccendere.

Siamo tutti fotografi in mare

Oggi gli smartphone di ultima generazione possono essere una valida alternativa alle fotocamere digitali, leggeri, compatti e versatili. Potete acquistare anche impugnature portatili, monopiedi, treppiedi completi, stick per i selfie, lenti esterne, custodie subacquee e molto altro. Inoltre potete scaricare centinaia di app che possono convertire magicamente le vostre immagini di base in seppia o in bianco e nero, aggiungere effetti, miglioramenti uniformi e persino pubblicare book fotografici su Internet. Quindi, prima di iniziare la vostra prossima avventura in mare, provate a esercitarvi con le funzioni fotografiche del vostro smartphone. Potreste essere sorpresi dalle immagini di alta qualità che riuscirete a produrre.

 

David Ingiosi

Appassionato di vela e sport acquatici, esperto di diporto nautico, ha una lunga esperienza come redattore e reporter per testate nazionali e internazionali dove si è occupato di tutte le classi veliche, dalle piccole derive ai trimarani oceanici

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.