In vendita “Adrien”, il leggendario sloop di Van Den Heede

È stato messo in vendita il mitico “Adrien”, sloop in alluminio di oltre 25 metri, a bordo del quale Jean Luc Van Den Heede nel 2004 fece il giro del mondo record contro i venti e le correnti dominanti.

Ci sono barche che rimangono leggendarie nella sfida del tempo. Nonostante gli anni passati, i cambi di proprietà, le miglia macinate intorno al mondo, i trionfi e le discese nell’oblio. Una di queste è certamente “Adrien”, storico sloop d’alluminio di 25,70 metri a bordo del quale nel 2004 il navigatore francese Jean Luc Van Den Heede riuscì a conquistare il Global Challenge, giro del mondo a vela in solitario, senza scalo, da Ovest a Est, ossia contro i venti e le correnti dominanti.

Fu un’impresa eccezionale all’epoca che pochissimi velisti al mondo erano riusciti a realizzare. Lo stesso Van Den Heede ci riuscì dopo altri due tentativi falliti. Prima di lui a completare la stessa rotta sempre in solitario e senza scalo erano stati Chay Blyth nel 1971, Mike Golding nel 1994, Philippe Monnet nel 1991. Successivamente il record venne conquistato da Dee Caffari che nel 2006 stabilì il tempo tutt’ora imbattuto di 122 giorni, 14 ore e 3 minuti.

Adrien

Una vera icona della navigazione in solitario

Oltre alle doti umane e alle capacità tecniche di Jean Luc Van Den Heede, navigatore di razza dal talento straordinario, grande protagonista di quel viaggio estremo fu proprio “Adrien”, la sua barca. Si trattava di uno sloop di 25,7 metri, progettato da Gilles Vaton e costruito interamente in alluminio nel 2001 dalla francese Gamelin.

A due anni di distanza dalla storica navigazione la barca con il nuovo nome di “L’Oreal Paris” passò di mano alla navigatrice Maud Fontenoy che vi completò il giro del mondo in solitario e senza scalo. Dopodiché la Fontenoy la ribattezzò “Tahia” destinandola a campagne di sensibilizzazione ambientale per l’infanzia tramite la fondazione che porta il suo nome.

Adrien

Cercasi appassionato per salvarla dall’oblio

Nel 2021 l’ex “Adrien” venne quindi venduta dalla società Blue Observer con a capo il navigatore francese Éric Defert che, con 300.000 euro di lavori, la trasformò in un vero e proprio incrociatore oceanografico destinato a missioni scientifiche per la tutela degli oceani. Oggi purtroppo la Blue Observer è in liquidazione e l’iconico sloop d’alluminio è finito all’asta a 250.000 euro. Al momento giace su un invaso a Brest in attesa di un nuovo proprietario. Ma siamo sicuri che troverà qualche appassionato che le farà vivere ancora nuove avventure.

 

Adrien – Specifiche tecniche:

Lunghezza 25,70 m

Larghezza 5,40 m

Pescaggio 4,60 m

Peso 30 t

Zavorra 11,8 t

Superficie velica 335 m2

David Ingiosi

Appassionato di vela e sport acquatici, esperto di diporto nautico, ha una lunga esperienza come redattore, reporter e direttore di testate nazionali e internazionali dove si è occupato di tutte le classi veliche, dalle piccole derive ai trimarani oceanici, compresi tutti i watersports.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.