Alluvione in Romagna: la Glomex è già al lavoro per ripartire

Tra le aziende nautiche colpite dal grave alluvione in Romagna c’è anche la Glomex, specializzata in sistemi di comunicazione Vhf e satellitari. Locali allagati da un metro d’acqua, danni a merce e macchinari, ordini sospesi. Tornerà operativa il 5 giugno.

La Glomex sott’acqua. Il grave alluvione che ha colpito nei giorni scorsi la Romagna, non ha risparmiato la costa e la comunità nautica locale. Le piogge abbondanti, il vento forte, le mareggiate e soprattutto l’esondazione di fiumi e canali hanno procurato ingenti danni a stabilimenti balneari, circoli nautici, marina turistici e lunghi tratti di litorale.

In alcuni porti, come Gatteo a Mare e il Porto Canale di Bellaria-Igea Marina, si sono rotti gli ormeggi con decine di barche che sono finite in mare. Qualcuna è andata a scogli, altre sono affondate.

Glomex

Quei sistemi per comunicare così preziosi per i diportisti

Le devastazioni maggiori hanno tuttavia interessato soprattutto l’entroterra della regione, a scapito delle tante aziende nautiche, imprenditori e operatori di settore presenti sul territorio. Tra questi c’è anche la Glomex, ditta specializzata nella realizzazione di antenne nautiche per sistemi Vhf e satellitari marini che sta nel campo da oltre 30 anni. I suoi prodotti, particolarmente apprezzati dai diportisti e navigatori di lungo e medio raggio, sono presenti anche nel catalogo di MagellanoStore e ne avevamo parlato in un’interessante diretta web andata live ad aprile 2021 per la nostra rubrica “Seatalks” insieme a Raffaele Fabbri, l’allora General Manager di Glomex.

Glomex

Danni a merce e locali: cari clienti, un po’ di pazienza

Lo scorso martedì 16 maggio, durante il picco della emergenza da alluvione, la sede dell’azienda che si trova a Fornace Zarattini, nei pressi di Ravenna, è stata completamente evacuata. Così come tante altre aziende che si trovano in quel rinomato polo industriale. Troppo alto il rischio di rimanere travolti dall’acqua per dipendenti e lavoratori. E infatti i locali al piano terra di Glomex sono stati allagati con almeno un metro d’acqua con danni ingenti alla merce pronta alla spedizione, ma anche a quella stoccata.

Fuori uso sono andati anche i motori dell’impianto di stoccaggio automatico, che sono un fiore all’occhiello di questa azienda hi-tech. Per non parlare di tutte le attrezzature e i costosi macchinari.

Oggi togliamo il fango, ma operativi dal 5 giugno

Un disastro che ha colpito in un momento di lavoro particolarmente intenso dell’azienda, a stagione nautica appena avviata e con decine di ordini rimasti purtroppo in sospeso. Una situazione difficile che il team di Glomex non ha esitato a condividere con la sua comunità di clienti e amici in un video postato sulla Pagina Ufficiale Facebook. Da buoni romagnoli tuttavia sono tutti già al lavoro in queste ore per ripristinare il tutto e tornare a regime. Si sono dati una data realistica, il prossimo 5 giugno, quando contano di tornare operativi a 360 gradi. Da quel momento tutti gli ordini dei prodotti Glomex, in azienda così come presso i distributori fisici e online, verranno lavorati e spediti con la stessa cura e attenzione di sempre.

È un bell’esempio di forza e determinazione, che come per la Glomex, viene espressa da tutte le aziende romagnole, dai lavoratori, dai tecnici, da tutti coloro che si stanno impegnando ogni giorno per rialzarsi da una situazione drammatica. Gente che sa tenere duro e mantenere dritto il timone anche nella tempesta. Noi di MagellanoStore sosteniamo Enrico Fanti, attuale General Manager, e tutta la sua squadra, e gli facciamo i migliori auguri di tornare presto più forti di prima!

 

David Ingiosi

Appassionato di vela e sport acquatici, esperto di diporto nautico, ha una lunga esperienza come redattore, reporter e direttore di testate nazionali e internazionali dove si è occupato di tutte le classi veliche, dalle piccole derive ai trimarani oceanici, compresi tutti i watersports.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.