Waterworld: in arrivo la serie tv del film con Kevin Costner

Il regista Dan Trachtenberg dirigerà la nuova serie tv che riprende la storia di Waterworld, il celebre film del 1995 con Kevin Costner e la sua maestosa ambientazione apocalittica.

Ricordate il veloce trimarano a bordo del quale Kevin Costner correva su un pianeta futuristico inondato dagli oceani? Ma certo, si tratta di Waterworld, il celebre film diretto da Kevin Reynolds uscito nel 1995. Ambientata in un futuro post-apocalittico devastato dai cambiamenti climatici, la pellicola ruotava intorno a un mondo ricoperto d’acqua. La calotta polare infatti si è completamente sciolta e il livello del mare è salito di oltre 25.000 piedi, coprendo quasi ogni centimetro di terra. Costner interpreta il mutante Mariner, un vagabondo che naviga sulla Terra nel suo trimarano. Costner all’epoca era stato anche produttore del film, che è stato co-scritto da Peter Rader e David Twohy e. Nel cast figuravano anche Jeanne Tripplehorn, Tina Majorino e il compianto Dennis Hopper.

Leggi anche: Il trimarano di Waterworld, icona di sopravvivenza in mare

Waterworld

Stessa ambientazione e stessi personaggi

Waterworld è un film che ha fatto epoca ed è rimasto nel cuore di tanti appassionati di mare, barche e navigazioni. Ebbene ora il mondo di Waterworld torna sul piccolo schermo con una serie tv sequel diretta dalla casa di produzione UPC in collaborazione con la Davis Entertainment. Alla regia del progetto ci sarà il regista di 10 Cloverfield Lane Dan Trachtenberg. La serie riprenderà 20 anni dopo gli eventi del film, sempre con gli stessi personaggi. Al momento la serie non è collegata a nessuna piattaforma streaming o rete televisiva, ma fonti vicino al progetto riferiscono che il servizio streaming Peacock è interessato.

All’epoca Waterworld è stato il film più costoso mai realizzato ed ha ricevuto recensioni contrastanti: da una parte è stato elogiato per la sua ambientazione e la premessa futuristica, ma è stato anche criticato per la recitazione e la produzione. La pellicola inoltre non è stata inoltre in grado di recuperare il suo enorme budget al botteghino, ma è diventata redditizio in seguito grazie all’Home Video. Il film è stato anche candidato all’Oscar per il miglior suono alla 68° edizione degli Academy Awards.

David Ingiosi

Appassionato di vela e sport acquatici, esperto di diporto nautico, ha una lunga esperienza come redattore, reporter e direttore di testate nazionali e internazionali dove si è occupato di tutte le classi veliche, dalle piccole derive ai trimarani oceanici, compresi tutti i watersports.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.