È appena stato pubblicato un bel documentario che racconta l’impresa del navigatore francese Jean-Luc Van Den Heede che nel 2018 a 73 anni si è aggiudicato il Golden Globe, edizione revival del leggendario giro del mondo in solitario e senza scalo del 1968/1969 a cui parteciparono i grandi degli oceani come Bernard Moitessier e Robin Knox-Johnston.

La storia della vela è piena di imprese leggendarie, prove estreme ed eroiche che solo chi va per mare riesce ad esprimere. Uno degli ultimi grandi exploit è stato sicuramente quello del navigatore francese che a 73 anni è riuscito a vincere il Golden Globe nel 2019. Da solo, su una barca lunga poco più di 11 metri, antiquata e lenta, senza moderne attrezzature tecnologiche per orientarsi, fare il punto nave e comunicare col mondo terrestre, questo valoroso marinaio, ex prof di matematica in Bretagna, è riuscito a tagliare per primo il traguardo del giro del mondo chiudendo il percorso in 211 giorni, 23 ore e 12 minuti.

Una maratona del mare estrema per questo talento della vela internazionale che si è aggiudicato questa Golden Globe Race, un’edizione revival della leggendaria corsa del 1968/1969 a cui parteciparono i grandi degli oceani come Bernard Moitessier e Robin Knox-Johnston.

Le gioie e i dolori di un solitario in oceano

Per celebrare questa incredibile avventura è appena stato pubblicato un documentario di 52 minuti reso disponibile dallo stesso Jean-Luc Van Den Heede. L’audio del film al momento è solo in francese, ma le immagini valgono comunque la visione. Nel video si vedono tanti momenti di navigazione e naturalmente la barca del velista francese, un Rustler 36 costruito prima del 1988 con a bordo cibi in scatola, una quindicina di libri, mappe cartacee e nessun telefono cellulare o Gps. Non mancano anche momenti di tensione, come quando ormai quasi a metà strada, all’inizio di novembre la barca si è rovesciata in una tempesta a 2.000 miglia a Ovest di Capo Horn. Nell’incidente l’albero della barca si è rotto, ma Van Den Heede è riuscito a sistemare un’altra attrezzatura di fortuna e il suo armamento ha retto.

E poi il trionfo sul traguardo di Les Sables D’Olonnes quando Van Den Heede scortato da molte barche è stato accolto dagli applausi di un pubblico entusiasta che ha sfidato la pioggia e il vento.

Clicca il link e inserisci la password

Insomma tante emozioni da rivivere in una pellicola che certamente piacerà a tutti gli appassionati di navigazione d’altura e amanti del mare. Il video può essere visualizzato utilizzando la password VDH19BIA dopo aver cliccato sul link sottostante.

Guarda il video:

http://bit.ly/2HkO8W8

Avatar
David Ingiosi

Appassionato di vela e sport acquatici, esperto di diporto nautico, ha una lunga esperienza come redattore e reporter per testate nazionali e internazionali dove si è occupato di tutte le classi veliche, dalle piccole derive ai trimarani oceanici

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Iscriviti 
News, Guide, Consigli e Offerte esclusive direttamente sulla tua email