The Swarm – Il quinto giorno, la serie tv in chiave eco-thriller

Su RaiPlay arriva la serie tvThe Swarm – Il quinto giorno”, un thriller sui problemi dell’ambiente marino che trasforma biologi e oceanografi in eroi. È tratta del best seller dello scrittore tedesco Frank Schätzing che nel 2004 anticipava il collasso ambientale.

Cosa accadrebbe se i mari e gli oceani, insieme alle loro creature, all’improvviso si ribellassero tutti insieme contro l’impatto distruttivo dell’uomo? È questo il tema della nuova serie tv dal titolo “The Swarm – Il quinto giorno” in onda a partire dal 10 gennaio su Raiplay. Si tratta di un adattamento cinematografico del romanzo best seller di Frank Schätzing da 5 milioni pubblicato nel 2004 e che anticipava i problemi legati alla salvaguardia del mare e più in generale dell’ambiente, inclusi i cambiamenti climatici che oggi sono all’ordine del giorno. Lo stesso Frank Schätzing è stato coinvolto come sceneggiatore.

Presentata in anteprima mondiale al 73° Festival Internazionale del Cinema di Berlino, la serie tv in 8 episodi è stata realizzata in Germania con un budget di 40 milioni di euro ed è diretta da Barbara Eder, Luke Watson e Philipp Stölzl.

Leggi anche: Esce su Netlix “The Deepest Breath”, splendido film sull’apnea

The Swarm

Tanti eventi inspiegabili: che succede al pianeta?

“The Swarm – Il quinto giorno” con il susseguirsi nei mari e negli oceani del pianeta, dal Polo Nord al Giappone, dal Canada all’Europa, di strani e inspiegabili eventi. Sulle isole Shetland una giovane biologa marina scopre che una grande quantità di ghiaccio-metano, che normalmente si trova sui fondali a grandi profondità, emerge sulla superficie dell’acqua. Intanto, in Canada, un’orca attacca una barca di pescatori. Quindi un branco di balene distrugge una piccola imbarcazione, causando la morte di un gruppo di whale watcher.

E ancora in Italia i canali di Venezia vengono letteralmente invasi dalle meduse. Mentre in Francia, si diffonde una strana epidemia scatenata a quanto da un liquido mortale contenuto nelle aragoste. Ma, soprattutto, una specie sconosciuta di vermi sta colonizzando le pareti dei fondali sottomarini della Groenlandia al punto da farne crollare una parte e causare uno tsunami. Un gruppo di scienziati inizia a sospettare che dietro a questi fenomeni ci sia una regia comune. Tuttavia, le risposte alle loro domande potrebbero rivelarsi straordinarie e terribili.

The Swarm

Scenari mozzafiato, ritmo e tante location italiane

La storia raccontata da “The Swarm – Il quinto giorno” è immaginaria, ma del tutto realistica. Pone questioni che sono assolutamente reali, ovvero la necessità per tutti coloro che si occupano di ricerca in campi diversi, dal clima allo studio degli oceani, di condividere le proprie conoscenze e scoperte. E di farlo il più presto possibile.

La serie mostra scenari naturali pazzeschi, è ricca di effetti speciali e per chi ama il mare ci sono spunti imperdibili. Una curiosità: la maggior parte delle riprese sono state girate in Italia nel Lazio, Veneto, e in Puglia. Si scorgono Venezia, Trani, il faro di Punta Palascia nel punto più orientale del nostro Paese e Ladispoli vicino a Roma. Mentre le registrazioni in studio e le riprese sott’acqua sono state effettuate a Bruxelles, ai Lites Studios.

Il cast include Leonie Benesch nel ruolo di Charlie Wagner, Cécile de France nei panni della Dott.ssa Cécile Roche, Alexander Karim nel ruolo del dottor Sigur Johanson. E infine Joshua Odjick nel ruolo di Leon Anawak.

David Ingiosi

Appassionato di vela e sport acquatici, esperto di diporto nautico, ha una lunga esperienza come redattore, reporter e direttore di testate nazionali e internazionali dove si è occupato di tutte le classi veliche, dalle piccole derive ai trimarani oceanici, compresi tutti i watersports.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.