Nuovo Elan GT6, la crociera a vela s’ispira alle auto sportive

Il cantiere sloveno Elan dopo la cessione del gruppo al fondo lussemburghese KJK SCA si rilancia sul mercato con il nuovo GT6 frutto della collaborazione tra lo storico progettista Rob Humphreys e lo Studio F. A. Porsche, il team di product design della celebre casa automobilistica tedesca.

Era da un po’ di tempo che il pubblico degli appassionati e il mercato nautico aspettavano un nuovo modello firmato Elan. Come è noto il cantiere sloveno appartenente al Gruppo Elan impegnato in diversi settori produttivi come barche, sci e attrezzature da palestra a maggio 2019 era passato nelle mani di una società controllata dal fondo lussemburghese KJK SCA, un private equity dotato di un portafoglio da 250 milioni di euro. Il Ceo di KJK Sport, Jeffrey Tirman, che è anche il Ceo di Elan Yachts nelle settimane successive alla cessione aveva annunciato un bel rilancio del cantiere con la nascita di nuovi modelli. Tra questi una barca dedicata alla crociera di lusso.

Il design affidato ai maestri delle auto sportive

Ora l’attesa è finita e finalmente il cantiere sloveno ha comunicato ufficialmente la nascita del nuovo GT6, dove le lettere GT stanno per Gran Turismo. Lo yacht è il risultato di una collaborazione a tre vie tra Elan Yachts, Humphreys Yacht Design, ma anche lo Studio F. A. Porsche, il team di product design della casa automobilistica tedesca. La barca è destinata a segnare una svolta nella storia di Elan. Fino ad oggi infatti tutti i modelli del cantiere erano stati disegnati totalmente dallo studio di Rob Humphreys, sia per le linee d’acqua, sia per lo stile. Con il GT6 invece è la prima volta che vengono divise le due competenze: a Humphreys rimane il progetto delle linee d’acqua, mentre allo studio Porsche viene assegnato il design, un segno evidente che il cantiere ha deciso di rilanciarsi alla grande sul mercato con soluzioni tecnologiche e innovative.

Peraltro la collaborazione con il team del Porsche Design era stata già messa in campo da Elan per la costruzione del nuovo modello di sci, l’Amphibio Porsche Design progettato per essere più stabile di uno sci da gara e più facile da condurre di uno sci freeride.

Un fast cruiser ad alto tasso tecnologico

Tornando al GT6 è una barca pensata per la crociera ma sviluppata su scafi veloci, gli stessi della gamma Performance, il che la rende particolarmente comoda e veloce. “L’obiettivo è di creare un’esperienza di navigazione moderna e unica che unifica natura e tecnologia mentre si viaggia in alto mare – affermano i progettisti dello Studio F. A. Porsche – vogliamo combinare minimalismo e dinamica, avvicinando gli sport acquatici alla natura. Il risultato è uno splendido ponte di poppa composto da volumi scolpiti ispirati agli elementi aerodinamici utilizzati nelle auto sportive”.

Poppa “open” e tuga panoramica

Dagli schizzi parziali del GT6 mostrati in anteprima dal cantiere s’intravede una porzione della poppa, un timone molto esterno che lascia prevedere l’esistenza di una doppia pala e doppia ruota. Quindi una poppa aperta, quasi in stile open, dalla larghezza massima pronunciata e protetta da una tuga ben alta sul ponte. Caratteristiche che lasciano presagire velocità divertenti al lasco con vento forte. La tuga a tutta vetrata inoltre offrirà quell’idea di collegamento interno-esterno che piace molto a chi ama navigare oggi. Insomma questo GT6 potrebbe essere una delle novità più interessanti del 2020. Info: www.adriaship.it.

David Ingiosi

Appassionato di vela e sport acquatici, esperto di diporto nautico, ha una lunga esperienza come redattore, reporter e direttore di testate nazionali e internazionali dove si è occupato di tutte le classi veliche, dalle piccole derive ai trimarani oceanici, compresi tutti i watersports.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.