Navico presenta il primo sistema di intelligenza artificiale per l’ormeggio

Presentato all’ultima edizione del Miami Boat Show, il nuovo sistema di ormeggio di Navico si avvale dell’intelligenza artificiale e permette di navigare e ormeggiare in sicurezza senza l’intervento dello skipper.

Le manovre di ormeggio sono ancora una delle sfide più difficili per la maggior parte degli skipper. I porti e soprattutto gli ormeggi sono a volte molto stretti e per navigarli in sicurezza sono necessarie concentrazione e prudenza. Se si aggiunge il vento, le cose diventano ancora più difficili.

Ora però arriva un nuovo sistema rivoluzionario sviluppato da Navico Group, azienda consociata di Brunswick Corporation, in collaborazione con Apex AI-Software, che promette di porre rimedio alla situazione. L’azienda, proprietaria di numerosi e rinomati brand come Lowrance, C-Map, Motorguide, Whale, Lenco ecc… ha infatti progettato un assistente all’ormeggio intelligente che grazie all’Intelligenza artificiale rende le manovre in porto un gioco da ragazzi.

intelligenza artificiale

A ormeggiare ci pensa l’intelligenza artificiale

Presentato all’ultima edizione del Miami Boat Show, che si è svolto dal 14 al 18 febbraio, il nuovo sistema per l’ormeggio di Navico si avvale di telecamere, fotocamere e sensori per mappare l’ambiente circostante. Ricevendo le indicazioni dello skipper su quale posto barca utilizzare comunica con il sistema di propulsione elettronico per condurre la barca in maniera precisa all’ormeggio. Durante l’evento a Miami, Navico ha stupito il pubblico presentando il prodotto a bordo di un Boston Whaler che, sotto gli occhi meravigliati degli spettatori, ha eseguito con successo l’ormeggio automatico.

Il sistema di ormeggio intelligente di Navico si avvale del software Apex AI, già utilizzato con successo nei settori dell’automobile, dell’ingegneria agricola e dei veicoli commerciali. Secondo il produttore, il software determina la rotta verso un ormeggio adatto e poi guida l’imbarcazione dolcemente nell’ormeggio senza bisogno dell’intervento umano e senza alcuna fretta. L’assistente all’ormeggio è poi seguito da altre funzioni di guida autonoma.

intelligenza artificiale

L’intelligenza artificiale rivoluzionerà la nautica

L’uso dell’intelligenza artificiale a bordo degli yachts in generale aumenta la sicurezza del traffico in mare, in quanto gli ostacoli e le altre navi vengono riconosciuti per evitare potenziali collisioni. L’intelligenza artificiale fornisce inoltre servizi preziosi per le previsioni meteorologiche e per l’adattamento a condizioni mutevoli, fornendo previsioni più accurate sulla posizione dello yacht.

Anche la manutenzione e la riparazione degli yacht possono trarre vantaggio dall’intelligenza artificiale, monitorando le condizioni della barca e riconoscendo potenziali problemi in una fase iniziale. Ciò significa che le misure di manutenzione possono essere eseguite in tempo utile e le riparazioni più importanti possono essere evitate. Nella gestione dell’energia, l’intelligenza artificiale può infine contribuire a ottimizzare il consumo energetico a bordo monitorando i dispositivi elettrici e fornendo suggerimenti per migliorare l’efficienza energetica.

David Ingiosi

Appassionato di vela e sport acquatici, esperto di diporto nautico, ha una lunga esperienza come redattore, reporter e direttore di testate nazionali e internazionali dove si è occupato di tutte le classi veliche, dalle piccole derive ai trimarani oceanici, compresi tutti i watersports.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.