Il porto turistico del futuro? È l’Amaala Yacht Club in Arabia

Ad Amaala, in Arabia Saudita è in progetto la costruzione di un importante polo della nautica in collaborazione con M3 – Monaco Marina Management. Un ambizioso progetto, affidato al rinomato studio di architettura statunitense HKS.

L’Arabia Saudita è una destinazione cresciuta moltissimo negli ultimi anni, sia dal punto di vista turistico che da quello economico. È uno dei Paesi che investe di più in diversi settori dell’economia, tra i quali figurano lo sport, in particolare il su tutti il calcio ma anche la nautica. Nel quadro di questa espansione rientra anche Amaala, un progetto immobiliare e fondiario del cosiddetto piano “Vision 2030” che la società RSG, di proprietà del Fondo Pubblico di Investimento (PIF) dell’Arabia Saudita, ha in programma di realizzare nella costa nord occidentale del paese.

L’accordo con la società del principato M3 – Monaco Marina Management sancisce la volontà di creare un grande polo della nautica che comprende anche uno yacht club ultra-tecnologico in grado di ospitare yachts ed eventi di rilievo internazionale.

Leggi anche: Mega restyling per il porto di Cagliari: un progetto da 34 milioni

Amaala Yacht Club

Un marina turistico e una scuola di vela

Esteso su un’area di oltre 8.000 km² l’Amaala Yacht Club di Amaala è un avveniristico centro polifunzionale sviluppato su quattro livelli, in grado di ospitare bar, ristoranti, piscina, alloggi, eventi, negozi ed altre attività commerciali. Sarà situato nella zona della Triple Bay Marina, dove sorgerà un porto turistico con circa 120 posti barca. Mentre a terra ci sarà anche un’accademia di vela che aiuterà lo sviluppo della vela tra i giovani e i soci dello yacht club saudita.

Come tutte le attività e le architetture attualmente in costruzione ad Amaala, anche lo Yacht Club sarà alimentato al 100% da energia rinnovabile e verrà realizzato rispettando stringenti vincoli legati alla sostenibilità (con certificazione LEED Platinum). Il nuovo porto turistico sarà dotato di tutti i comfort, a terra e in acqua, per assicurare a soci e visitatori di godere del relax che la destinazione intende “regalare” a chi la sceglie. L’architettura offre un mix di stile tradizionale saudita e allure moderna che si inserisce in maniera armoniosa nel contesto paesaggistico circostante in totale rispetto dell’ambiente.

David Ingiosi

Appassionato di vela e sport acquatici, esperto di diporto nautico, ha una lunga esperienza come redattore, reporter e direttore di testate nazionali e internazionali dove si è occupato di tutte le classi veliche, dalle piccole derive ai trimarani oceanici, compresi tutti i watersports.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.