Design e attrezzature della cucina di bordo moderna

L’evoluzione della cucina a bordo degli yachts a vela e a motore sotto i 24 metri ha acquisito un impulso significativo negli ultimi tre anni. Quello che una volta era uno spazio funzionale spesso angusto e nascosto oggi è sempre più al centro della scena.

Oggi la cucina delle barche a vela e a motore è sempre più un punto focale a bordo, proprio come avviene per le cucine domestiche che rappresentano il cuore della casa. Non sorprende quindi che progettisti e cantieri anche per questo spazio di bordo riflettano le tendenze diffuse sulla terraferma per offrire in barca gli stessi livelli di funzionalità, qualità e stile che i diportisti godono nelle loro abitazioni.

Le nuove esigenze di chi va per mare hanno reso la cucina di bordo anche un terreno fertile anche per i produttori di attrezzature più innovative e desiderosi di stare al passo con le tendenze. Lo sviluppo delle cucine nautiche si muove su tre fronti principali: i layout, i materiali e le attrezzature. Vediamo allora come è cambiata la cucina di bordo negli ultimi anni e come si presenta oggi.

Cucina di bordo

 Layout: la cucina è il cuore della barca

Quello che emerge in termini di layout è che separare la zona cucina dal resto dello yacht è un concetto ormai superato. Tutti i nuovi cabinati hanno la cucina spostata a poppa, in modo che la sua vicinanza al pozzetto e al flybridge permetta di servire facilmente le zone all’aperto. Questo permette anche una migliore ventilazione perché questo spazio tecnico è vicino alle porte principali, quindi gli odori, il calore e l’umidità possono facilmente uscire. Sulle barche più piccole invece i progettisti ancora integrano la zona cucina con il quadrato per consentire un layout senza ostacoli, il libero flusso di persone a bordo e una sensazione di maggiore spaziosità degli interni.

In breve, la cucina non è più un luogo dove semplicemente cucinare o preparare una bevanda calda, ma è diventata il centro sociale dell’imbarcazione, offrendo agli ospiti un facile accesso ai refrigeratori, alle macchine per il caffè, etc. È anche il bisogno di luce, il senso di spazio e la connessione con il resto della barca sia all’interno che all’esterno che hanno guidato il design della cucina negli ultimi anni.

Cucina di bordo

Refrigerazione, oltre la cambusa

Il layout è cruciale, ma ciò che fa funzionare le migliori cucine è la loro funzionalità. Quando lo spazio è disponibile, gli elettrodomestici di grandi dimensioni sono un mus: più grande è il frigorifero, meglio è, e dove una volta si tendeva a nascondere questi elettrodomestici oggi l’acciaio inossidabile in evidenza, almeno per i frigoriferi, è una tendenza notevole sugli yachts a motore e a vela.

Per quanto riguarda la refrigerazione, la tendenza principale è quella di avere frigoriferi molto grandi con più scomparti diversi (con temperature diverse), completamente attrezzati con diversi ripiani e cassette. Non solo, il recente sviluppo dei frigoriferi a cassetto e delle cantine, è una delle tendenze più significative delle modern cucine nautiche. I frigoriferi a cassetto permettono un accesso rapido e facile alle merci refrigerate e non sono più di esclusiva competenza della cambusa. Gli armatori li vogliono ovunque: sotto i sedili, sul flybridge, vicino al letto, perfino in bagno dove i cosmetici e i trucchi biologici devono essere conservati a bassa temperatura e le donne a bordo apprezzano il dettaglio.

Anche le cantine per il vino diventano un “must have” su yachts e cabinati a vela. I produttori specializzati vedono un aumento di richieste di frigoriferi da cucina e wine coolers da esporre, soprattutto prodotti in acciaio inossidabile. E non mancano progetti di questo tipo personalizzati dove il mobile intorno allo scafo viene adattato a qualsiasi forma. Il vino è diventato uno status symbol e alcuni armatori amano mostrare le loro bottiglie. In generale anche le applicazioni esterne delle attrezzature per la refrigerazione di cibi e bevande si stanno diffondendo anche in altre aree della barca e soprattutto all’esterno. C’è anche chi produce ice makers a basso profilo specificamente sviluppati per applicazioni sotto i sedili e nel pozzetto.

Leggi anche: Il gas in barca: come usarlo in piena sicurezza

Cucina di bordo

Piani di cottura, fornelli e forni

A parte la refrigerazione, l’altro punto focale in termini di sviluppo della cucina di bordo moderna è senza dubbio quello dei piani cottura e dei forni. Oggi prevale a bordo un concetto di cottura, preparazione e conservazione del cibo completamente integrato. Glia rmatori vogliono sistemi che utilizzano una gamma standardizzata di contenitori, pentole, padelle e vassoi, che scorrono in modo sicuro nel forno e si adattano perfettamente e in modo sicuro all’area del lavello per la preparazione, la conservazione o il servizio, evitando così la pericolosa necessità di posizionare pentole e padelle calde su piani di lavoro non sorvegliati, specialmente durante la navigazione.

Per quanto riguarda le tendenze nel future ci saranno ancora cucine a gas, ma c’è uno spostamento verso l’elettrico, dove hai solo bisogno di un generatore pesante per farlo funzionare e devi averlo acceso mentre cucini. I marinai sono sempre riluttanti ad avere il gas a bordo, ma un generatore da 15kW non ci sta su un 50 piedi, quindi scelgono il gas, ma con l’aumento dell’uso dei sistemi ibridi e il miglioramento dell’uso del solare potrebbe essere un’opzione. L’induzione però è molto più sicura e si riscalda solo la pentola, non l’intera cambusa, quindi non si riscalda la barca. I piani di cottura a induzione inoltre sono efficienti al 90 per cento, rispetto a circa il 60 per cento per l’elettrico standard e il 40 per cento di un fornello a gas.

Cucina di bordo anche all’aperto

Insieme ai piani di cottura a induzione, un’altra grande tendenza degli ultimi due anni è stata la crescita delle cucine all’aperto. Molti designer stanno portando la cucina all’esterno e si concentrano sul rendere l’area di intrattenimento all’aperto molto più piacevole. Ora si vedono barche con cucine all’aperto da 30 piedi in su. Anche le grigliate sulle barche giornaliere hanno visto un grande aumento.

Una delle tendenze più significative che influiscono sulla cucina di bordo di oggi è infine la preferenza dei clienti per un unico marchio, che si tratti di cucine, frigoriferi, macchine per il caffè in chicchi o lavastoviglie, rispecchiando una tendenza nelle cucine domestiche.

David Ingiosi

Appassionato di vela e sport acquatici, esperto di diporto nautico, ha una lunga esperienza come redattore, reporter e direttore di testate nazionali e internazionali dove si è occupato di tutte le classi veliche, dalle piccole derive ai trimarani oceanici, compresi tutti i watersports.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.