Clarisse Crémer dopo lo scandalo torna al Vendée Globe

La navigatrice francese Clarisse Crémer dopo il licenziamento controverso di Banque Populaire è di nuovo in lizza per il giro del mondo in solitario e senza scalo. Ha un nuovo team con a Capo Alex Thompson e la stessa barca (ex Apivia).

Clarisse Crémer è una che non molla. Dopo lo scandalo del suo licenziamento avvenuto lo scorso febbraio, da parte del suo sponsor Banque Populaire che l’aveva mandata a casa perché in maternità, la velista francese ha appena annunciato il suo ritorno tra le fila del prossimo Vendée Globe, il giro del mondo senza scalo e in solitario. Una grande vittoria la sua, dopo i giorni di imbarazzo e delusione per aver subito un torto come donna, ma anche tanta indignazione da parte della comunità di velisti e non solo e tanta solidarietà.

Clarisse Crémer ha 33 anni e una carriera velica di tutto rispetto sulle spalle, tanto da essere stata insignita nel 2021 del Rolex World Sailor of the Year Award, riconoscimento per i suoi successi nelle competizioni d’altura, in classe Figaro prima e con gli Open 60 nel 2020-21 quando partecipò Vendée Globe fissando il nuovo record femminile della regata.

Leggi anche: Diventa mamma, Clarisse Crémer tagliata fuori dal Vendée Globe

Clarisse Crémer

“Ho il Vendée Globe sempre in testa”

Dopo il cosiddetto “Affaire Crémer” a questa giovane mamma e skipper non è stato difficile trovare un altro sponsor per prendere parte al giro del mondo. A sostenere l’impresa della velista francese è oggi L’Occitane en Provence, un rivenditore francese di prodotti di bellezza di lusso che già nel 2020 era stato partner di Armel Tripon (11° al traguardo).

“Sono particolarmente felice e orgogliosa – ha detto Clarisse Crémer – di poter iniziare questa nuova avventura con L’Occitane en Provence. Ho avuto in mente il Vendée Globe 2024 dall’ultima volta che ho doppiato il Capo di Buona Speranza ed è un privilegio averli al mio fianco per portare avanti questa sfida! Questi ultimi mesi sono stati intensi, a volte duri, ma sarò sempre grata a tutti coloro che hanno creduto in me e che mi hanno permesso, anno dopo anno, di progredire e partecipare ai grandi eventi delle regate oceaniche. Oggi sono concentrata sul futuro: è una grande gioia avere una barca straordinaria e un grande team ad accompagnarmi in questa avventura, e non vedo l’ora di tornare a navigare”.

Clarisse Crémer

In suo aiuto c’è il grande Alex Thompson

La barca con cui correrà Crémer il prossimo Vendée Globe la sarà la stessa con cui la skipper francese avrebbe dovuto correre come portacolori di Banque Populaire, vale a dire l’ex Apivia con cui Charlie Dalin vinse la Transat Jacques Vabre (2019) e si classificò 2° al Vendée Globe (2020-21) e alla Route du Rhum (2022). Dopo il ritiro di Banque Populaire l’Ope 60 è stato acquistato lo scorso marzo dallo skipper britannico Alex Thompson che farà anche da main team per la stessa Crémer.

“Io e il mio team – ha dichiarato Thompson – siamo felici che L’Occitane en Provence sosterrà Clarisse per il Vendée Globe. Vogliamo dimostrare al mondo che diventare madre non cambia chi sei come atleta. Intendiamo fornire a Clarisse tutti gli strumenti che le permetteranno di competere con equità”.

Per Clarisse Crémer inizia ora la corsa per la qualificazione al prossimo giro del mondo che prenderà il via il 10 novembre 2024. Manca poco, ma Clarisse è una che non si mette certo paura…

 

David Ingiosi

Appassionato di vela e sport acquatici, esperto di diporto nautico, ha una lunga esperienza come redattore, reporter e direttore di testate nazionali e internazionali dove si è occupato di tutte le classi veliche, dalle piccole derive ai trimarani oceanici, compresi tutti i watersports.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.