Caicco in fiamme in una baia di Rodi, salvi tutti i passeggeri

Un grave incendio ha distrutto un caicco ormeggiato in una baia dell’isola di Rodi, Grecia, durante una sosta programmata per il bagno. I passeggeri si sono tuffati in mare e sono stati salvati.

Brutta esperienza per un gruppo di turisti in visita sull’isola di Rodi in Grecia. Un grave incendio infatti ha causato la distruzione di un caicco in legno mentre era alla fonda in rada, con a bordo 82 passeggeri, tra cui alcuni italiani. Le fiamme si sono sviluppate in circostanze ancora da determinare, mentre l’imbarcazione turistica, di nome “Magellan”, si trovava di fronte la spiaggia di Stegna Archangelos, circa 15 miglia a Sud Est di Rodi Città. Una sosta classica per consentire ai passeggeri di fare il bagno.

Per sfuggire alle fiamme, che si sono propagate rapidamente a tutto il Magellan, i passeggeri si sono tuffati in mare e sono stati successivamente tratti in salvo dalla Guardia Costiera subito accorsa sul posto e dai diportisti che erano ormeggiati nelle vicinanze. Secondo quanto dichiarato dalle autorità greche, tutti i passeggeri recuperati in acqua si trovano in buone condizioni di salute. Ad eccezione di una donna e un bambino che hanno riportato ferite minori.

Leggi anche: Un enorme incendio a Marbella distrugge 80 barche

Incendio

Il Meltemi ha alimentato l’incendio del caicco

Alcune delle persone che si trovavano a bordo del caicco hanno raccontato come l’incendio si sia sviluppato rapidamente, avvolgendo l’imbarcazione in pochi minuti. Nonostante gli sforzi del personale a bordo per spegnere le fiamme, queste sono però state favorite dal Meltemi presente in quel momento. Shaun Williams, un ingegnere aeronautico inglese che era a bordo con la sua famiglia, ha riferito che l’equipaggio ha tentato di gestire l’emergenza, ma fumo e calore hanno avuto la meglio.

Ci sono stati attimi di panico quando il comandante del caicco ha invitato i passeggeri a indossare i giubbotti di salvataggio e ha chiamato “l’abbandono nave”. Pur vicino alla costa sono sempre momenti concitati e delicati, a bordo c’erano persone anziane, bambini, tutti giustamente spaventati. L’autorità portuale centrale della Grecia ha assicurato che adotterà tutte le misure necessarie per capire cosa è accaduto e contenere eventuali effetti inquinanti sull’ambiente marino. Un incidente piuttosto grave che sottolinea l’importanza di garantire la sicurezza delle imbarcazioni turistiche e di adottare misure preventive per evitare simili incidenti in futuro.

GUARDA IL VIDEO:

David Ingiosi

Appassionato di vela e sport acquatici, esperto di diporto nautico, ha una lunga esperienza come redattore e reporter per testate nazionali e internazionali dove si è occupato di tutte le classi veliche, dalle piccole derive ai trimarani oceanici

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.